Libri, a cena con l’abate Firenzuola
Toscana Oggi, 04-11-2007, Lorella Pellis
L’abate Agnolo Firenzuola (1493-1543) fu scrittore, poeta, commediografo e traduttore dei classici: in una parola "intellettuale" emblematico del clima rinnovato in cui visse. Cultore di vivande raffinate quando invitato dalle famiglie in vista ma anche dei sapori più autentici della campagna, distillò piano piano il proprio amore per la cucina.
Lo scopriamo leggendo il libro curato da Adriano Rigoli A cena con Messer Agnolo Firenzuola. Il volume è organizzato in quattro sezioni secondo le stagioni dell’anno, Messer Inverno, Madamigella Primavera, Madama Estate, Messer Autunno. A brani scelti dell’opera di Firenzuola si alternano, come in un contrappunto, 35 prelibate ricette dellabate che rispecchiano
la tradizione culinaria del suo tempo, riadattate al gusto moderno da Umberto Mannucci e Annalisa Marchi. La pubblicazione contiene anche un’ampia biografia del Firenzuola e una sua antologia gastronomico-letteraria. È arricchita da glossari e indici e illustrata con immagini inedite tratte dagli archivi della Badia di Vaiano, di cui fu abate.
A cena con Messer Abate Agnolo Firenzuola
Un buon tessuto di cibi, piatti, sapori antichi che hanno la trama delle opere letterarie del Firenzuola e l’ordito della tradizione toscana, il tutto sul filo della curiosità culturale