La Pira e le mille lettere a Paolo VI
La Nazione, 15-08-2018, Duccio Moschella
Torna di strettissima attualità, alla luce della proclamazione da parte di Papa Francesco della “venerabilità” di Giorgio La Pira, primo passo significativo della beatificazione, il volume “Unità della Chiesa, unità del mondo”, uscito nello scorso dicembre per i tipi di Polistampa.
Al libro è allegato un cd in cui sono riportate le oltre mille lettere che Giorgio La Pira scrisse a Papa Paolo VI: si tratta di una visione di 15 anni del cammino della Chiesa e del
mondo, di grandissima importanza sia storica che spirituale. Le lettere sono contestualizzate in un prospetto cronologico che riporta i principali avvenimenti e sono presentate da un saggio di Augusto D’Angelo, dell’Università di Roma. La corrispondenza tra il sindaco Santo e Paolo VI mostra il quadro di un intenso rapporto di amicizia, iniziato negli anni Trenta del Novecento quando monsignor Giovanni Battista Montini è assistente ecclesiastico della Federazione degli
Universitari Cattolici Italiani, mentre l’intero carteggio – quasi un migliaio di lettere – riportato nel cd, è accompagnato da due importanti contributi proposti nel volume a stampa: nel primo Augusto D’Angelo fa una presentazione complessiva dell’epistolario, mentre il secondo è il testo della conferenza che Giorgio La Pira tenne a Brescia nel 1970, concludendo le manifestazioni per il cinquantesimo anniversario dell’ordinazione sacerdotale di Montini.
Unità della Chiesa, unità del mondo
In un CD le oltre 1000 lettere di La Pira a Paolo VI