Firenze, Santa Maria Nuova e gli Uffizi
Toscana Oggi, 09-07-2006, ––
Sono davvero molti i capolavori esposti alle Reali Poste degli Uffizi a Firenze nell’ambito della mostra «Santa Maria Nuova e gli Uffizi. Vicende di un patrimonio nascosto». Quadri, sculture, strumenti scientifici, oreficeria sacra, apparati liturgici, ma anche oggetti legati alla quotidianità dell’assistenza raccolti in secoli di storia e di attività dell’Ospedale di Santa Maria Nuova. All’interno della mostra viene presentata in anteprima una selezione di opere che andranno a costituire il futuro percorso museale dell’Ospedale di Santa Maria Nuova, che verrà allestito all’interno
dell’ospedale nel giro dei prossimi tre-quattro anni. Il materiale rappresenta una selezione dl ricchissimo nucleo artistico: in particolare è stato deciso di esporre parte delle opere attualmente collocate presso i depositi degli Uffizi insieme a una scelta significativa di testimonianze storiche e artistiche conservata all’interno di Santa Maria Nuova in massima parte, ancora oggi, sconosciute al grande pubblico. L’esposizione è curata da Alessandro Coppellotti, Cristina De Benedictis e da Esther Diana. Il catalogo, realizzato dalla casa editrice Polistampa, oltre a una sintesi cronologica
della storia dell’ospedale espone il recente intervento archeologico e descrive le modificazioni che hanno trasformato il complesso da chiesa di Sant’Egidio a «spedale nuovo», la storia contemporanea della raccolta artistica, il patrimonio di Santa Maria Nuova alle Oblate di Careggi, il rapporto tra la collezione delle opere d’arte del’Arcispedale e le Reali Gallerie Fiorentine. Un capitolo, infine, è dedicato agli strumenti chirurgici e ai modelli ostetrici. La rassegna, a ingresso libero, resta aperta fino al 27 settembre da mercoledì a domenica (9,30-12,30 e 16-19).
Santa Maria Nuova e gli Uffizi
Vicende di un patrimonio nascosto