Passeggiata fra i capolavori delle Reali Poste
La Nazione, 07-06-2006, Letizia Cini
Alla fine non è mancato. Il ‘ruggito’ del prof. Paolucci si è fatto sentire alla fine di quella che rischiava di restare una faticosa occasione di lavoro. «Questa mostra è un successo, un orgoglio per lo Stato, che lei e io rappresentiamo», ha tuonato il soprintendente fiorentino al termine dell’inaugurazione del servizio di prenotazioni on-line dell’Apt di Firenze, indicando al ministro Rutelli l’edizione straordinaria de ‘I mai visti’ in corso alle Reali Poste. «Si tratta di una selezione dell’importante collezione di Raimondo Rezzonico, ben 295 autoritratti
di artisti contemporanei acquisiti dalla soprintendenza, che andranno ad arricchire il patrimonio della Galleria» ha ripreso ‘scippando’ per una decina di minuti il ministro alla scorta e agli impegni. Una pausa ristroratrice per il vicepremier, che si è goduto lo sguardo intenso di Giorgio De Chirico, gli occhi folli di Antonio Ligabue, quel capolavoro che è l’autoritratto di Guido Peyron, prima di ripartire alla volta della Fortezza da Basso. Pochi minuti prima Rutelli aveva inaugurato il servizio di prenotazioni on-line dell’Apt collegandosi al sito www.firenzeturismo.it,
attraverso il ‘Welcome desk’ degli Uffizi, il ministro ha prenotato un soggiorno in un bed and breakfast di Greve in Chianti.
Il ‘Welcome desk’, primo in Italia, per il momento è disponibile all’ingresso delle Reali poste dove i turisti trovano due postazioni: una dell’Apt, l’altra degli Amici degli Uffizi. Ad accogliere il ministro e il sottosegretario ai Beni culturali Andrea Marcucci, insieme al presidente della provincia Matteo Renzi, il direttore dell’Apt Antonio Preiti e la presidente degli Amici degli Uffizi Maria Vittoria Colonna Rimbotti.
I modelli di Narciso
La collezione d’autoritratti di Raimondo Rezzonico agli Uffizi