Pietro Nigro

Pietro Nigro, nato ad Avola (Siracusa) l’11 luglio 1939, risiede a Noto. Già docente d’inglese nei Licei, ha pubblicato decine di raccolte poetiche, a partire dal 1982 (Il deserto e il cactus, Guido Miano, Milano) e volumi sulla sua collezione privata di monete imperatoriali e imperiali di Roma.
È presente nel Dizionario autori italiani contemporanei (Guido Miano, Milano 2006), nel Dizionario degli autori italiani del secondo Novecento (Helicon, Arezzo 2002), nella Storia della letteratura italiana: il secondo Novecento in quattro volumi (Guido Miano, Milano 1993-2015), nella Storia della letteratura italiana del XX secolo di Giovanni Nocentini (Helicon, Arezzo 1999) e in molte altre storie della letteratura e antologie.
Nella collana «I Contemporanei» (Rossi, Napoli) è stato pubblicato nel 1984 un fascicolo monografico con breve antologia dal titolo Pietro Nigro. Per le Edizioni Nicola Calabria (Patti) è uscito il saggio di Fulvio Castellani Il significante stupore dell’esserci - Indagine critica sul poeta Pietro Nigro (1999). Nel 2015 è stata pubblicata Il Convivio una Antologia critica delle opere di Pietro Nigro, con prefazione di Giuseppe Manitta, aggiornata e ripubblicata nel 2018.
Nel 1985 gli è stato assegnato il prestigioso Premio «Luigi Pirandello» per la Letteratura a Taormina. Nella Sala del Cenacolo di Montecitorio (Camera dei Deputati) gli è stato conferito il Premio «La Pleiade» ’86 “per la produzione letteraria e poetica già riconosciuta a livello critico”.

di Pietro Nigro