Mèsi Bartoli

Allieva di Ludovico Zorzi e Luciano Bellosi; con il primo si è laureata in Storia dello Spettacolo all’Università di Firenze, del secondo è stata allieva alla Scuola triennale di Specializzazione in Storia dell’Arte all’Università di Siena. Ha conseguito un master in Operatore Museale e ha frequentato seminari di formazione specialistica in Storia dell’Arte presso la Fondazione Federico Zeri dell’Università di Bologna.
Ha pubblicato volumi e saggi dedicati all’arte del territorio in cui è nata, il Chianti, ama infatti definirsi “chiantigiana DOC.”.
Al suo paese ha dedicato il volume I tesori di San Casciano Val di Pesa, mentre per il territorio circostante ha pubblicato vari saggi e volumi fra i quali Una finestra sul Chianti e Nel Chianti con gli occhi aperti. In viaggio tra il paesaggio e la storia sulle strade da Firenze a Siena, soffermandosi sulle emergenze architettoniche del territorio e le opere d’arte in esse contenute.
Per i più piccoli ha pubblicato Alla scoperta di Siena, guida alla città per i bambini giunta in breve tempo alla quarta edizione, tradotta in quattro lingue e apprezzata anche dagli adulti per la densità di notizie che riporta e per la grazia dei disegni che la illustrano.
Dal 2006 dirige la collana di restauro «Fili di Perle» promossa dall’Associazione Amici del Museo di Impruneta e San Casciano V.P. che ospita brevi studi storico artistici e note tecniche di restauro relative all’opera in esame in modo da offrire un significativo contributo alla valorizzazione dell’opera e del territorio.
Fa parte del Centro di Studi Storici Chiantigiani che si occupa di studi storici e storici artistici dedicati al Chianti fiorentino e senese; per il CSSC ha curato il volume Medioevo Chiantigiano. L’arte nel Chianti nei secoli IX-XIV, con Nicoletta Matteuzzi e Alice Chiostrini (Polistampa, 2021).
Fra le ultime pubblicazioni si ricorda La nostra Francigena. La via religiosa: Petroio, Badia a Passignano, San Cresci, a cura di Alberto Ciampi (2021).
Insegna Storia dell’Arte al Centro Europeo di Restauro presso Villa La Petraia a Firenze.

Curated by Mèsi Bartoli