Nicola Pistelli

Parlamentare DC, assessore a Firenze con Giorgio La Pira, Nicola Pistelli è stato uno dei leader storici della sinistra democristiana del tempo e per anni protagonista della politica fiorentina.
Nacque a Castelfiorentino (FI) il 6 ottobre 1929 e sin dall’infanzia, influenzato dal padre, sperimentò una forte passione per la politica accompagnata a una salda e radicata educazione cattolica. Nel periodo universitario il bagaglio di esperienze maturate negli anni giovanili si tradusse nell’elaborazione di un progetto culturale e politico di più ampio respiro. Per questo promosse, tra il 1951 e il 1952, la pubblicazione di una nuova rivista, San Marco, fondata con Giorgio La Pira e Piero Ugolini, nata con l’intento di creare un ponte tra i giovani e la politica e allargare il confronto oltre i confini delle aule universitarie.
Dopo la laurea in giurisprudenza e un periodo di collaborazione con lo studio legale paterno, Pistelli decise di dedicarsi a tempo pieno alle sue vere passioni: la politica e il giornalismo.
Nel 1955 fonda la rivista Politica attorno a cui si formarono le nuove generazioni del cattolicesimo democratico non solo italiano, ma anche francese, belga, basco, catalano, polacco e di diversi paesi del Sud America. Nel 1960, diventerà assessore ai lavori pubblici della prima giunta di centrosinistra di Firenze, il braccio operativo del sindaco La Pira. Nel 1962 viene eletto nel congresso di Napoli consigliere nazionale del partito e l’anno successivo deputato al parlamento.
Morì il 17 settembre 1964 a soli 35 anni, in seguito a un incidente automobilistico sull’incrocio dell’Arnaccio, nei pressi di Pisa, di ritorno dal XI Congresso della DC.

Vedi anche