Enrico Bartoletti

Enrico Bartoletti nacque a San Donato di Calenzano (Firenze) il 7 ottobre 1916. Nel 1927 entrò nel Seminario fiorentino di Cestello e, nel 1934, venne inviato a Roma presso l’Almo Collegio Capranica. Conseguì prima la licenza in Teologia presso l’Università Gregoriana, e successivamente quella in Sacra Scrittura presso il Pontificio Istituto Biblico. Il 23 luglio 1939 venne ordinato sacerdote.

Nel 1943 fu nominato Rettore del Seminario minore di Montughi nel quale insegnò ebraico, greco biblico e introduzione generale alla Sacra Scrittura. A causa del suo aperto sostegno in favore degli ebrei perseguitati l’8 dicembre 1943 venne arrestato e, successivamente, rilasciato dietro forti ammonimenti e minacce.

Nel 1955 divenne rettore del Seminario Maggiore di Firenze.

Il 29 giugno 1958 Pio XII nominò Bartoletti vescovo titolare di Mindo e ausiliare dell’arcivescovo di Lucca. Il suo episcopato, contrassegnato da un forte impegno, si caratterizzò soprattutto per la promozione degli studi biblici e dell’Azione cattolica. Durate i lavori del Concilio Vaticano II notevole fu il suo apporto sul piano della riforma liturgica e catechetica.

Il 2 gennaio 1971 Mons. Bartoletti venne nominato Arcivescovo coadiutore di Lucca e, il 4 settembre 1972, Segretario Generale della Conferenza Episcopale Italiana.

Morì a Roma il 5 marzo 1976. La sua causa di canonizzazione fu aperta nell’Arcidiocesi di Lucca l’11 novembre 2007.

Vedi anche