La fontana d’acciaio
Europa, 11-05-2007, ––
La fontana d’acciaio. Questo il titolo del nuovo libro di Michele Brancale pubblicato da Polistampa che raccoglie in 72 pagine alcune cose che l’autore ha scritto in questi anni. L’opera si articola in cinque sezioni corrispondenti ad altrettante diverse prospettive che si interpolano tra di loro, accomunate da un implicito
e profondo afflato. «Una scrittura - secondo il poeta peruviano Isaac Goldemberg, che firma la prefazione - dove ogni quadro possiede una tale potenzialità che al suo interno potrebbe essere nascosto un romanzo». La raccolta inaugura e dà il nome con la sua prima sezione alla collana Polistampa “Dalla stanza” che pubblicherà,
con cadenza trimestrale, una selezione di opere di poeti contemporanei sia italiani che stranieri. Con linee sobrie e copertine dove si avvicenderanno dipinti di vari pittori contemporanei (per La fontana d’acciaio Giampaolo Talani), i volumi Dalla stanza saranno contraddistinti da una grafica riconoscibile e moderna.
La fontana d’acciaio