Il giovane Antonio Gramsci tra nazionalismo e avanguardie
Il Giornale, 08-01-2022, ––
Prima di diventare socialista, il giovanissimo Antonio Gramsci (1891-1937) fu un appassionato lettore di periodici nazionalisti e dell’avanguardia artistica e letteraria del primo Novecento,
a partire dall’interesse per «La Voce», la rivista fondata da Giuseppe Prezzolini e Giovanni Papini. È quanto emerge dal saggio «Le riviste ritrovate: la formazione del giovane Gramsci
in Sardegna (1907-1914)», che compare sul nuovo fascicolo di «Nuova Antologia» (Fondazione Spadolini - Edizioni Polistampa) a firma di Luca Paulesu, pronipote dello stesso Gramsci.
Nuova Antologia - a. CLVI, n. 2300, ottobre-dicembre 2021
Rivista di lettere, scienze ed arti. Serie trimestrale fondata da Giovanni Spadolini