L’editoria toscana sbarca nei centri dell’Ipercoop
Il Corriere di Firenze, 12-10-2005, Giada Primavera
FIRENZE – Quante volte, andando al supermercato, abbiamo ritrovato quel minimo di spiritualità riflessiva grazie al reparto dei libri dopo aver ceduto ai piaceri della gola, tra insaccati e mozzarelle di bufala.
Ma da settembre, accanto ai prodigiosi best-sellers internazionali, nelle Ipercoop compare un intero scaffale dedicato interamente all’Editoria Toscana. La storia le voleva “l’un contro l’altra armate” ma pare che Bonechi Il Turismo, Felici, Firenzelibri, Fratelli Alinari, Giuntina, Ibiskos di Ulivieri, Laurum, Le
Lettere, Multigraphic, Nerbini, Nuovi Equilibri, Polistampa, Sassoscritto, Semper, Sonda e Vallecchi – per adesso quindici ma si auspica una maggiorazione numerica – di arma ne abbiano usata solo una: la collaborazione.
L’idea, in realtà, nasce due mesi fa, durante una riunione della Sezione Editori dell’Associazione degli Industriali e passa attraverso lo spirito organizzativo del direttore marketing della Polistampa, Antonio Pagliai: “Polistampa aveva lavorato con Unicoop tre anni fa: l’esperienza è stata così piacevole
da auspicarne la riproposizione.
Il calo delle vendite nelle librerie registrato ultimamente è causato da un aumento degli acquisti attraverso i canali alternativi quali edicole, Internet, supermercati. Un dato che un buon editore non può di certo ignorare”.
Ogni casa editrice ha proposto un ventaglio di titoli, tutti legati alla Toscana o pubblicati da autori toscani: dal turismo al vernacolo, dalla cucina alle fiabe e tutti acquistabili con il 15 per cento di sconto. Un’occasione che merita di essere colta al volo.
Quando c’era il Gratta