I piccoli editori toscani al supermercato
.com, 15-07-2005, senza firma
Alleanza tra sedici marchi per dare vita allo scaffale dell’editoria locale

La piccola editoria toscana approda alla grande distribuzione, decisa a farsi spazio vicino alle case editrici che monopolizzano gli scaffali di supermercati e ipermercati. Da sabato 16 luglio, infatti, sarà possibile trovare in tutte le Ipercoop toscane un intero settore dedicato all’editoria locale: un esperimento certamente orginale e innovativo, che vede la partecipazione di una quindicina di editori, cui probabilmente si aggiungeranno altri nomi. Le case editrici che partecipano all’iniziativa (Bonechi Il Turismo, Felici, Firenzelibri, Fratelli Alinari, Giuntina, Ibiskos di Ulivieri, Laurum, Le Lettere, Multigraphic, Nerbini, Nuovi Equilibri, Polistampa, Sassoscritto, Semper, Sonda, Vallecchi), superando il luogo comune che le vuole una in conflitto con l’altra, si sono organizzate per offrire
al pubblico i propri titoli migliori, dando vita a una grande operazione di marketing.

Non si tratta di un’operazione di attacco alle grandi, secondo Franco Briani della casa editrice Le Lettere, ma piuttosto «di un modo per far vedere che anche noi in Toscana siamo capaci di fare qualcosa di buono. L’idea, nata due mesi fa durante una riunione della Sezione Editori dell’Associazione degli industriali, ci ha trovati tutti d’accordo». Grazie allo spirito organizzativo di Antonio Pagliai, responsabile marketing della Polistampa, l’idea ha preso corpo. «Polistampa aveva già lavorato con Unicoop tre anni fa, trovandosi molto bene, per questo motivo ci siamo offerti di organizzare la distribuzione», spiega Antonio Pagliai. «È un’operazione dettata anche da esigenze di mercato. Il calo fisiologico delle vendite nelle librerie è accompagnato da un aumento degli acquisti
attraverso canali alternativi: internet, edicole, supermercati», afferma Pagliai, ricordando come si tratti di un dato che un buon editore non può certo ignorare. Ogni casa editrice ha proposto a Unicoop un ventaglio di titoli, tutti rigorosamente inerenti alla Toscana o pubblicati da autori toscani: gli argomenti spaziano dalla narrativa al turismo, dal teatro in vernacolo ai libri per bambini, dalla manualistica alla fotografia, dalla cucina al cinema, dalla storia alla botanica. Saranno centinaia i titoli sugli scaffali delle Ipercoop toscane già da questo fine settimana e potranno essere acquistati con il 15% di sconto. L’iniziativa è una risposta anche allo strapotere delle megalibrerie, dove vengono promozionati soprattutto gli autori di grandi case editrice. Trovare distribuzioni alternative anche al canale edicola è ormai diventata per il piccolo editore una necessità.
Quando c’era il Gratta