Splendidi gioielli che nascono da preziose parole. Ispirate da un poetico racconto, delicatissime illustrazioni e una nuova linea di gioielli
Etiquette, 01-02-2008, ––
Esistono racconti che sanno narrare, con voce lieve e poetica, la trama delicata di sentimenti preziosi, la ricchezza di un’amicizia inaspettatamente ritrovata sullo sfondo dell’atmosfera magica di un momento suggestivo come il Natale nella splendida Firenze. L’intreccio intrigante e ricco di suspence di ’Soave e invecchiato’ - racconto dello scrittore Michele Brancale, edito da Polistampa - si origina da misteriosi segni lasciati
sulle etichette di bordolesi sugli scaffali di un supermercato. La storia si svilupperà, alle porte della festa, nella sorpresadi un duplice incontro che, uno atteso e l’altro inatteso, si scioglierà nel canto dell’amicizia che dà senso alle cose, accompagnata da un leggero sollievo di cristalli di neve e dal sapore di un vino soave. A contrappunto della narrazione, i preziosi disegni del Maestro orafo Paolo Penko - che per
la prima volta si cimenta nellarte del libro illustrato - in un ideale e continuo dialogo con le parole di Brancale. Un interscambio che trascende il racconto natalizio prolungandosi nella realizzazione di ’Cristalli’, affascinante collezione di gioielli in oro bianco e diamanti. Ispirate al motivo del cristallo di neve, le nuove creazioni del Maestro Penko sono realizzate con le antiche tecniche del traforo e dell’incisione a bulino.
Soave e invecchiato