Edizioni Polistampa | Firenze | Scheda Libro

Astrazione e realtà
La pittura di Wang Hongjian

Polistampa, 2015

A cura di:

Andrea Granchi

Pagine: 110

Caratteristiche: ill. col., tav. apribile, br.

Formato: 24x22

ISBN: 978-88-596-1569-9

Collana:

Cataloghi dell’Accademia delle Arti del Disegno, 87

Settore:

A2 / Arte moderna e contemporanea

Vedi:

Wang Hongjian

€ 15,30

€ 18 | Risparmio € 2,70 (15%)

Quantità:
Testi in italiano, cinese e inglese

Catalogo della mostra allestita presso l’Accademia delle Arti del Disegno dal 10 al 30 dicembre 2015, il volume celebra la prima esposizione di un artista cinese contemporaneo nel prestigioso istituto fiorentino. È riprodotta una selezione di opere – una quarantina di dipinti a olio – che spazia dai primi lavori degli anni Ottanta alla più recente produzione del pittore.
“Quello che rende attuale la pittura di Wang Hongjian”, scrive Antonio Natali, “è il taglio cinematografico impresso alle vicende che lui si figura. Gli attori dei drammi che mette in scena si stagliano sulla ribalta nitidi e perfino icastici. E la natura, che fa da fondale, ha sovente sembianze d’ascendenza romantica, sia quando incombe massiccia e grandiosa su un’umanità sofferente, sia quando a perdita d’occhio slontana: ora su spiagge estese di sabbia e polvere, lambite da mari luminosi, colorati delle stesse tinte dei cieli, col primissimo piano ingombro di barconi in scorcio sperticato, ora su campi di stoppie, lunghi fino al rigo tenue d’un orizzonte gravato da un etra di vapori, ora su una smisurata piana paludosa, verde d’erba giovane, a macchie, e lucente di specchi d’acqua in lingue distanti, quieta dietro contadini silenziosi, impegnati a imballare chicchi di cereali”.
Testi di Andrea Granchi, Antonio Natali, Luigi Zangheri.


Catalog of the exhibition held in Florence at the Accademia delle Arti del Disegno (December 10th - December 30th 2015).The volume reproduces a selection of about 40 masterpieces of the Chinese artist Wang Hongjian.
"What makes Wang Hongjian’s art topical", Antonio Natali writes, "is first of all the cinematographic slant of the events depicted. The actors of the drama he presents stand out clearly and vividly on the forestage. And nature, serving as backdrop, often has romantic tones, either when looming massive and grandiose over suffering humanity, or when it stretches as far as the eye can see, on long beaches of sand and dust lapped by glowing seas, colored the same hues as the sky, with foreshortened boats filling the foreground; or in fields of stubble stretching to the faint line of a horizon heavy with mist; or on a vast marshy plain, green with a sprinkling of young grass, shining with distant tongues of water, quiet behind silent peasants engaged in packing grain".
Texts by Andrea Granchi, Antonio Natali, Luigi Zangheri.