Edizioni Polistampa | Firenze | Scheda Libro

Firenze capitale europea della cultura e della ricerca scientifica
La vigilia del 1865

Polistampa, 2014

Curated by:

Giustina Manica

Pages: 320

Features: paperback

Size: 17x24

ISBN: 978-88-596-1413-5

Magazines:

Società toscana per la storia del Risorgimento | Studi, 5

Sector:

DSU1 / Storia

L1 / Studi, storia della letteratura

S3 / Scienze

€ 19,55

€ 23 | Risparmio € 3,45 (15%)
Spedizione Gratuita

Quantity:
Italian text

Con la nascita del Regno d’Italia, Firenze aveva definitivamente perso il suo ruolo plurisecolare di capitale politica, ma non intendeva rinunciare a gestire la leadership nell’ambito della cultura e della ricerca avanzata. A questo ruolo si sentiva destinata soprattutto dall’antica e consolidata tradizione delle accademie, luoghi d’incontro e di libera ricerca che avevano mantenuto e incrementato la propria centralità dopo il trasferimento dell’Università da Firenze a Pisa nella seconda metà del XV secolo.
In procinto di perdere il ruolo di capitale politica i leader della rivoluzione toscana, da Ricasoli a Ridolfi, pensarono di rigenerare la funzione di Firenze guida morale del paese avviato a conclusione del processo unitario esaltando la tradizione accademica con la creazione di un Istituto avanzato di ricerca che non fosse riconducibile al modello tradizionale dell’Università. Da questa idea e da questa tradizione nasce l’Istituto di studi superiori pratici e di perfezionamento cui è dedicata gran parte delle relazioni raccolte in questi atti.
Assieme ad esso si raccoglie tutto il contorno di una cultura viva e dinamica che si esprime con quotidiani e riviste, con un’editoria di avanguardia, con un sistema museale ricco ed attrattivo e con un’attività musicale viva e feconda. Poi, naturalmente, le accademie, dalle Arti del disegno ai Georgofili, dalla Crusca alla Colombaria.
Non è una Firenze che auspica o aspetta il ritorno della capitale politica, nel quale non crede e che non vuole. Ma è una Firenze che saprà accogliere al meglio questo ritorno inaspettato in anni vicini e cruciali per il completamento dell’Unità nazionale fra il 1865 e la caduta del potere temporale del pontefice.

Formato PDF