Edizioni Polistampa | Firenze | Scheda Libro

L’Italia al tempo della globalizzazione: politica economica e relazioni internazionali
Atti del seminario di studi. Firenze, Fondazione Spadolini Nuova Antologia, 23 novembre 2012

Polistampa, 2013

A cura di:

Cosimo Ceccuti

Italico Santoro

Pagine: 112

Caratteristiche: br.

Formato: 17x24

ISBN: 978-88-596-1265-0

Collana:

Biblioteca della Nuova Antologia | Fondazione Spadolini Nuova Antologia, 34

Settore:

DSU1 / Storia

SS1 / Politica

SS2 / Economia

€ 8,50

€ 10 | Risparmio € 1,50 (15%)

Quantità:
Il libro trae occasione da un seminario di studi organizzato dalla Fondazione Spadolini per approfondire il tema della globalizzazione, con particolare attenzione alla nostra politica economica e alle relazioni internazionali. I contributi di Piero Barucci, Christian Rocca, Giorgio Rebuffa, Michele Bagella, Rosario Altieri, Cosimo Risi, Italico Santoro, Lilia Alberghina, Alia K. Nardini sono preceduti da un pensiero di Giovanni Spadolini e una premessa di Cosimo Ceccuti ed introdotti da testi di Giovanni Agnelli (Economia e società: la sfida del cambiamento) e Stefano Folli.

«Si può dire senza tema di smentite che lo sviluppo delle democrazie nel dopoguerra si alimentò e s’intrecciò con l’evolversi di uno scenario fondato sul modello economico occidentale. Si posero così le basi del mondo globalizzato di oggi. Nel quale la frammentazione politica crescente, le minacce del fondamentalismo, le rivolte spesso senza uno sbocco, come nel mondo arabo, indicano che i pericoli di destabilizzazione tendono ad aumentare. Oggi si tratta di analizzare le vie politiche e diplomatiche attraverso cui consolidare il “mondo aperto” senza anti-storici ritorni all’indietro. Ben sapendo che si tratta di un impegno severo, sia per la superpotenza americana, sia per le medie potenze europee alle prese con la crisi dell’euro, sia per i nuovi giganti emergenti dell’Asia e dell’ex Terzo Mondo. Il convegno di oggi a Firenze vuole dare un contributo specifico e nelle nostre speranze originale alla comprensione di un fenomeno così complesso e così cruciale per i nostri destini.»
(Dalla Introduzione di Stefano Folli)

Formato PDF