Edizioni Polistampa | Firenze | Scheda Libro

ViBanca. 100 anni
Ieri, oggi… domani

Polistampa, 2010

Pages: 234

Features: col ills, hardcover

Size: 24x31

ISBN: 978-88-596-1530-9

Sector:

DSU1 / Storia

SS1 / Politica

SS2 / Economia

€ 22,50

€ 25 | Risparmio € 2,50 (10%)
Spedizione Gratuita

Esaurito

The book may not be available again
Quantity:
Italian text

Cento anni fa, il 29 ottobre 1910, nella canonica della chiesa di San Pietro in Vincio nasceva la «Cassa rurale di prestiti e risparmi», fondata per il bene comune da persone umili e coraggiose, con l’obiettivo di garantire l’accesso al credito anche a mezzadri, fittavoli e altre categorie fino a quel momento escluse, nell’interesse del territorio e della sua gente. Lo stesso accadeva in quegli anni in molte zone del Paese, nella convinzione che i benefici del credito solidale, improntato ai valori della cooperazione e della mutualità, potessero sottrarre dalla miseria, dal degrado e dall’usura le aree rurali della Penisola.
Dopo un secolo, grazie alla prudenza e alla saggezza degli amministratori succedutisi negli anni e grazie alla costante fiducia di soci e clienti, la «banchina» delle origini si è trasformata in ViBanca, un istituto che, nell’ambito del movimento del Credito cooperativo e delle sue strutture federative, forte di un nuovo quadro normativo, interpreta con dinamismo il proprio ruolo nel rispetto degli antichi princìpi, valorizzando in ogni occasione il proprio legame col territorio e non perdendo mai di vista il dovere di contribuire efficacemente allo sviluppo della comunità.
Il libro ripercorre questi cento straordinari anni grazie alla paziente ricostruzione di Sandra Soldani che, valendosi anche di documenti familiari e d’archivio, ha seguito giorno dopo giorno la vicenda della «banchina» del Vincio, dai primi passi all’ombra del campanile di San Pietro, attraverso le tappe di un’ininterrotta crescita fino alla trasformazione in Banca di Credito cooperativo. Sotto i nostri occhi scorre la vita della Cassa rurale ed artigiana, sullo sfondo di Pontelungo e dintorni, dagli anni della Grande Guerra al Fascismo, al secondo conflitto mondiale e alla Ricostruzione, tempi difficili nei quali tuttavia si ha l’estensione del credito agli artigiani, fino al «miracolo economico» e al successivo altalenare fra «congiunture», effimere riprese e ricorrenti crisi economiche e finanziarie, superate con lucidità di giudizio e senso di responsabilità. Una narrazione in cui emergono figure di grande spessore che meritano oggi la gratitudine di un’intera comunità.
Simonetta Bartolini racconta gli anni a noi più prossimi, a partire dall’inaugurazione della moderna sede all’inizio degli anni Ottanta, con un’evoluzione dal ritmo sempre più incalzante, sino a oggi, quando ViBanca celebra il suo primo secolo di vita, mostrandocene anche l’impegno culturale e sociale a favore di una comunità sempre più vasta e articolata, con l’allargarsi del bacino di utenza. Chiude il volume un’intervista nella quale l’attuale presidente, Patrizio Rosi, delinea le prospettive dell’istituto per… i prossimi cento anni.