Edizioni Polistampa | Firenze | Scheda Libro

The Minerva of Arezzo

Polistampa, 2010

A Cura di:

Mario Cygielman

Pagine: 56

Caratteristiche: ill. col., br.

Formato: 21,5x23,5

ISBN: 978-88-596-0708-3

Settore:

DSU2 / Archeologia

A5 / Restauro

€ 6,80

€ 8 | Risparmio € 1,20 (15%)

Quantità:
Edizione inglese

La pubblicazione contiene tutta la storia del percorso scientifico e ricognitivo che ha dettato ogni fase del restauro e dello studio del bronzo della Minerva. 
Gli interventi contenuti nel volume rappresentano quindi il punto di arrivo di un percorso di indagine, analisi, documentazione attenta e paziente, necessario e ardito restauro. La storia della Minerva è in gran parte misteriosa e quindi ancora più affascinante. Nel 1541, presso la chiesa di San Lorenzo ad Arezzo, si stava scavando un pozzo. Gli uomini che cercavano l’acqua trovarono invece il bronzo: una statua alta un metro e mezzo, con la testa leggermente rivolta verso destra e il volto giovanile incorniciato da capelli sulla fronte. Sul capo un elmo di tipo corinzio, il corpo avvolto da un mantello che copre quasi totalmente il chitone, una tunica di stoffa leggera. Una stupenda statua che già alla metà del Cinquecento apparve ricca di storia tanto da indurre Cosimo de’ Medici ad acquistarla per portarla a Firenze nel suo scriptoio. E a Firenze la Minerva è rimasta fino a quando un’attenta opera di restauro le ha consentito di entrare nel circuito delle grandi mostre.
Saggi di Giuseppe Fanfani, Fulvia Lo Schiavo, Mario Cygielman, Silvia Vilucchi, Giandomenico De Tommaso. 

The book tells the story of the bronze of Minerva of Arezzo. It represents the culmination of a process of investigation, analysis, precise documentation, and necessary and bold restoration. Its history is largely mysterious and, therefore, even more intriguing. In 1541, a well was being dug near the church of San Lorenzo in the city of Arezzo. The workers were looking for water and instead they found the Minerva, a statue 150 cm tall, with the goddess’ head slightly turned to the right and with her youthful face framed by the hair on her forehead. On her head there is a Corinthian helmet, and her body is enveloped in a mantle which largely covers the underlying peplos, a garment of lightweight fabric. This marvelous statue appeared to be so historically significant that around the mid sixteenth century, Cosimo I de’ Medici was moved to acquire it, bringing it to his studiolo, his private study in Palazzo Vecchio. The Minerva of Arezzo remained in Florence until its recent careful restoration, which has permitted its entry into the circuit of major exhibitions. 
Essays by Giuseppe Fanfani, Fulvia Lo Schiavo, Mario Cygielman, Silvia Vilucchi, Giandomenico De Tommaso.

Edizione italiana
English edition

Formato PDF