Edizioni Polistampa | Firenze | Scheda Libro

La circolazione dei beni culturali
Manuale aggiornato con i Decreti Legislativi 26 marzo 2008, nn. 62 e 63

Polistampa, 2008

Pagine: 304

Caratteristiche: br.

Formato: 17X24

ISBN: 978-88-596-0512-6

Settore:

A1 / Storia dell’arte

A6 / Collezionismo

DSU2 / Archeologia

SS1 / Politica

SS3 / Diritto

€ 15,30

€ 18 | Risparmio € 2,70 (15%)

Quantità:
Tutti gli strumenti necessari per un approccio veloce ed efficace alla disciplina della circolazione dei beni culturali

La disciplina della circolazione dei beni culturali ha assunto nel tempo sempre più interesse da parte degli operatori nazionali e consistenza nell’ambito del diritto dei beni culturali. Ciò è dipeso soprattutto dall’apertura alla Comunità internazionale a disporre del patrimonio culturale (artistico, archeologico, etnografico, etc.) di ogni paese, che può e deve essere fruibile da tutti, pur con regole e criteri determinati da norme amministrative e doganali. Il volume fornisce gli strumenti necessari per un approccio più veloce ed efficace a tale specialistico segmento del diritto, offrendo un quadro esaustivo dell’argomento e coniugando gli aspetti tecnici con il necessario approfondimento di carattere giuridico.
Il manuale, primo nel suo genere, dopo una parte introduttiva ove si analizza l’evolversi storico a partire dagli Stati preunitari della legislazione dei beni culturali, procede con una seconda parte in cui, attraverso l’accurato esame dei relativi articoli del Codice dei beni culturali, aggiornato con i decreti legislativi nn. 62 e 63 del 2008, è approfondito il trasferimento dei beni in ambito nazionale e internazionale, mettendo in risalto obblighi e diritti in capo agli operatori nel settore, gli adempimenti della pubblica amministrazione, le violazioni corrispondenti e il connesso apparato sanzionatorio, nonché riferimenti giurisprudenziali.
Completa il volume una ricca appendice normativa comprendente il Codice dei beni culturali nella sua interezza, in modo da supportare completamente il lettore, le disposizioni nazionali speciali, quelle comunitarie e pattizie, tra cui le Convenzioni UNESCO ed UNIDROIT, un massimario di pronunce di legittimità e di merito.

Formato PDF