Edizioni Polistampa | Firenze | Scheda Libro

Poemetto dei bambini

Polistampa, 2008

Pagine: 48

Caratteristiche: br.

Formato: 12x17

ISBN: 978-88-596-0382-5

Collana:

La Fenice | Collezione di poesia italiana e straniera, 9

Settore:

L9 / Poesia

€ 5,10

€ 6 | Risparmio € 0,90 (15%)

Quantità:
… immagini, suoni e colori di bambini soltanto veduti, ascoltati, per la strada o nei giardini, e datori solo di gioia, di tenerezza anche commossa; garanti, nella loro estraneità’, che non dovessi patire in loro perdita e lacerazione. Fui pienamente libera di amarli perché totalmente estranea…

Volta a garantire, come già in Repertorio d’infinito (2006), il carattere di evidenza realistica preteso da una poetica incardinata sul dramma dell’io vivente e vedente, l’Autrice opera, nel Poemetto, una decisa svolta nella scelta dei ‘materiali’ sottoposti a indagine. Lì le cose, la natura, i prodotti senz’anima della civiltà consumistica (cui però un’anima si accredita anche per il solo fatto di esistere); qui il mondo innocente e sublime dell’infanzia, religiosamente illuminato da due rimandi culturali: il primo all’esperienza di Gesù e del Sinite parvulos; l’altro a Bernanos, di cui si rileva l’aforistico adagio, tutto cristiano, dell’infanzia come «sale della vita». Ma in entrambi i libri gli elementi della visione sono sempre rivelatori di ‘altro’, asseverando una realtà che, pur in un’aura di nostalgica solitudine (tale è la cifra tonale del presente libello), ispira fiducia e amore.
Dalla prefazione di Gennaro Mercogliano