Edizioni Polistampa | Firenze | Scheda Libro

Rights through making

Polistampa, 2008

A cura di:

Elisabetta Cianfanelli

Joep Frens

Gabriele Goretti

Caroline Hummels

Kees Overbeeke

Ambra Trotto

Pagine: 80

Caratteristiche: ill. col., br.

Formato: 16,5x23,5

ISBN: 978-88-596-0357-3

Collana:

Ethics in design, 1

Settore:

A2 / Arte moderna e contemporanea

SS3 / Diritto

TL5 / Moda

€ 11,90

€ 14 | Risparmio € 2,10 (15%)

Quantità:
Testi in inglese

La mancanza di soluzioni per la complessità del mondo moderno, così come le questioni ambientali, gli scontri culturali, le guerre ideologiche e il degrado delle culture, indica che dovremmo superare i limiti della tradizione del mondo Occidentale. Gli autori del volume credono che il design thinking, in cui azione e pensiero sono combinati, possa prendere il comando nello sviluppo di un nuovo approccio a questi problemi globali. Condividere il “linguaggio del fare” può rompere le barriere tra le persone, le ideologie e le comunità, preservando allo stesso tempo, la diversità. Il progetto proposto è il primo passo verso un ambizioso programma: il libro propone l’uso del potere del fare, coniugato con la cultura locale del design, per aprire la strada a una nuova forma di comunicazione e a un nuovo modo di pensare.

The lack of solutions for the complexities of the modern world, such as environmental issues, cultural clashes, ideological warfare and the breakdown of cultures, indicates that we might have touched upon the limits of the rationally and positively driven practice of the Western world. The authors of the volume believe that the design thinking, where action and thinking are combined, could take the lead in developing a new approach to these global problems. Sharing the “language of making” might break down barriers between people, ideologies and communities, while at the same time preserving diversity. The proposed project is indeed a first step towards this ambitious program: this book proposes to use the power of making, conjugated with local design culture, to pave the way for a new way of communicating and a new way of thinking.