Edizioni Polistampa | Firenze | Scheda Libro

Università di Firenze / Regione Toscana
Studying in Florence
Il sistema della formazione internazionale nell’area metropolitana fiorentina

Polistampa, 2007

A cura di:

Giovanna Ceccatelli Gurrieri

Paolo Ceri

Pagine: 208

Caratteristiche: ill. b/n e col., br.

Formato: 21x28

ISBN: 978-88-596-0350-4

Settore:

SS2 / Economia

€ 15,30

€ 18 | Risparmio € 2,70 (15%)

Quantità:
Tanti sono gli stranieri che scelgono Firenze per un periodo di studio, come numerosi sono i corsi e le istituzioni formative presenti nella città. Quello della formazione internazionale è un settore economico di tutto rilievo, i cui contorni ed effetti sono invece conosciuti in modo alquanto approssimativo. Diversamente dalla massa di quanti vi approdano per turismo, gli stranieri che studiano a Firenze maturano un’esperienza non episodica, interagendo con la città e la sua popolazione in modi diversificati, dei quali non vi è molta consapevolezza.
Il libro fornisce dati di prima mano utili a conoscere l’importante contributo delle attività di formazione internazionale di livello superiore allo sviluppo economico e sociale di Firenze, al potenziamento del suo ruolo culturale e alla vitalità della sua immagine nel mondo. Sulla scorta di una ricerca triennale condotta dal Dipartimento di Studi sociali col sostegno dell’Università di Firenze e della Regione Toscana viene offerto un censimento delle attività formative caratterizzate da livelli significativi di presenza straniera, oltre a un vivido spaccato delle esperienze di vita degli stranieri che studiano a Firenze. Questi visitatori particolari, invisibili per la città ma visti e corteggiati dai numerosi e competitivi operatori del settore, sono tanti, attivi, giovani, informati, curiosi: recettori e costruttori di opinioni, ricordi e contributi critici per niente stereotipati. Testimoni privilegiati, insomma, a Firenze e nei paesi dove torneranno dopo l’esperienza di studio, dello stato di salute culturale di una città e di un ambiente formativo e relazionale che talvolta non riesce a rimanere all’altezza della fama e delle aspettative. Se adeguatamente sostenuto, il turismo straniero per motivi di studio può riconoscersi produttore e moltiplicatore di esperienze culturali e fornire alla città uno specchio sincero e disinteressato per riflettere sui suoi limiti e i suoi valori.
Testi di Ivana Acocella, Stefano Becucci, Franca Bonichi, Carmela Borsini, Giovanna Ceccatelli Gurrieri, Paolo Ceri, Francesca Veltri

Formato PDF