Edizioni Polistampa | Firenze | Scheda Libro

Moretti
Dal rilievo alla pittura
La Madonna delle Candelabre di Antonio Rossellino

Polistampa, 2008

A cura di:

Giancarlo Gentilini

Pagine: 48

Caratteristiche: ill. col., rileg. tela

Formato: 24x31

ISBN: 978-88-596-0355-9

Settore:

A1 / Storia dell’arte

A5 / Restauro

A6 / Collezionismo

Vedi:

Fabrizio Moretti

€ 15,00

Esaurito

Il libro potrebbe non tornare disponibile
Quantità:
Testi in italiano e in inglese

“Et è un certo che di mezzo fra’l disegno e’l basso rilievo: e per condurlo è necessario gran disegno, ed invenzione”, avrebbe detto il dotto cruscante Filippo Baldinucci, nel suo Vocabolario Toscano dell’Arte del Disegno, per descriverci simili virtuose immagini a “basso stiacciato rilievo”, sottolineando la composita vocazione disciplinare e le difficoltà di un “genere” che, come già aveva dichiarato il Vasari, “per amor de’ contorni”, la sapienza nelle “prospettive ed altre invenzioni”, “la nettezza, la pulitezza e la bella forma delle figure che vi si fanno” sembrava porsi tra le più eloquenti testimonianze di un indiscusso “primato del disegno”. Disegno che si fa scultura… e scultura che si fa pittura, se, come in questo caso, a nobilitarla e qualificarla concorre il magistero di un’elaborata, delicatissima policromia. La fulgida bellezza di questo raffinato rilievo ‘stiacciato’ in stucco dipinto, che raffigura la Vergine assorta in atto di sorreggere e contemplare il Figlio tutto compreso nel suo trastullo, seppure pensoso, si può agevolmente ricondurre ad una fortunata tipologia di effigi mariane nota col nome convenzionale di Madonna delle candelabre, in ragione del prezioso motivo che ne arricchisce il fondo.

CONTENUTI DELL’OPERA
Antonio Rossellino, profilo biografico
Madonna col Bambimo, detta “Madonna delle candelabre”
Regesto
Nota di restauro
Bibliografia.

Formato PDF