Edizioni Polistampa | Firenze | Scheda Libro

Il reo e il folle. Anno II, n. 5, maggio-agosto 1997
Ostilità e amicizia 1

Polistampa, 1997

Pagine: 176

Caratteristiche: 2 coperte col., ill. b/n, br.

Formato: 17x24

ISBN:

Testata:

Il reo e il folle

Settore:

S1 / Medicina

SS3 / Diritto

SS4 / Psicologia, pedagogia

€ 15,50


Quantità:
La rivista, diretta dalla psichiatra Gemma Brandi, affronta vari temi relativi all’istituzione penitenziaria con particolare riferimento alle malattie mentali (redazione: Gemma Brandi, Mario Iannucci; comitato scientifico: Nicola Assini, Paolo Cendon, Alv A. Dahl, David B. Feinsilver, Flavia Franconi, Otto F. Kernberg, Cesare Maffei, Francesco Maisto, Alessandro Margara, Marcello Marinari, Adolfo Pazzagli, Christopher J. Perry, Giuseppe Quattrocchi, Erik Simonsen, Michael Stone).
Questo numero, intitolato Ostilità e amicizia, si incetra nell’equazione “ostilità:vergogna=complicità:amicizia”. Nel mezzo il segreto e la menzogna. Si dice che il carcere consenta di diventare complici, ma non amici. Si sa che il pudore rappresenta una delle potenze morali in grado di rendere presentabili le scelte, mentre l’ostile nasconde quanto non può essere rivelato, pena la gogna. Nell’editoriale Gemma Brandi pone l’interrogativo “può questa equazione aiutarci ad aiutare chi si consuma tra segreti e bugie?”.

Testi di Gemma Brandi, Mario Iannucci, Giuseppe Misso, Sergio Premoli, Francesca Bonanno, Giacomo Calderaro, Giovanni Di Natale, Tommaso Federico, Giuseppe Fichera, Carmelo Florio, Michele Lo Magro, Giovanni Mazzone, Nino Mirone, Giuseppe Novara, Vincenzo Rapisarda, Nunziante Rosania, Gaetano Sisalli, Pino Sterrantino, Salvatore Varia, Fernanda Hrelia, Ana Cecilia Prenz, Eduardo Pavlovsky, Enrico Briccolani Bandini, Massimo Scalini, Alberto Borghini, Paolo Cendon, Cristina Nesti