Edizioni Polistampa | Firenze | Scheda Libro

Lo storico e la politica: scritti giornalistici
(1945-1961)

Polistampa, 2007

Curated by:

Mirco Bianchi

Pages: 320

Features: paperback

Size: 17X24

ISBN: 978-88-596-0179-1

Sector:

DSU1 / Storia

SS1 / Politica

See:

Paolo Bagnoli, Sandro Rogari, Ivano Tognarini

€ 18,70

€ 22 | Risparmio € 3,30 (15%)

Quantity:
Italian text

Il volume raccoglie gli scritti pubblicati tra il 1945 e il 1961 dall’illustre storico fiorentino Giorgio Spini. Attraverso di essi si ripercorrono le principali vicende del Paese e l’impegno politico-civile dell’autore, a partire dagli anni conclusivi della sua esperienza politica azionista, fino agli inizi degli anni Sessanta, pochi mesi prima della formazione di quel governo Fanfani che, nato nel febbraio 1962 con l’appoggio esterno del Partito socialista, preparò il Paese alla svolta di centrosinistra.
29 degli articoli esposti uscirono tra l’ottobre 1945 ed il maggio 1947 sul «Non Mollare», organo regionale del Partito d’azione diretto da Tristano Codignola e pubblicato a Firenze tra il settembre 1945 e il luglio 1947; 9 apparvero tra il gennaio 1953 e l’ottobre 1957 su «Nuova Repubblica», organo ufficiale del Movimento di Unità popolare edito a Firenze tra il gennaio 1953 e l’ottobre 1957, che vide l’alternarsi nel proprio Comitato direttivo Tristano Codignola, Piero Caleffi, Paolo Vittorelli, Ferruccio Parri, Giuseppe Faravelli, Ugo Guido Mondolfo e Antonio Greppi; 16 furono pubblicati tra il settembre 1945 e il settembre 1961 su «Il Ponte», la rivista fondata da Piero Calamandrei nel 1945.
Da tutti questi articoli, ordinati secondo la data della loro prima pubblicazione e recanti in calce gli estremi bibliografici di riferimento, emerge un quadro completo di Giorgio Spini: il suo erasmiano umanesimo evangelico unito al suo spirito civico di combattente per la libertà e per la giustizia sociale ed esaltato dalla sua sterminata conoscenza della storia politica e culturale d’Europa. Gli argomenti trattati sono molteplici, dalla politica alla storia, dalle vicende personali dell’autore a episodi di guerra, dalla scuola e dall’insegnamento al rapporto Stato-Religione: a testimonianza della poliedricità di interessi che hanno caratterizzato la vita di uno tra i più importanti intellettuali italiani.
Prefazione di Ivano Tognarini, introduzione di Paolo Bagnoli.
Con uno scritto di Sandro Rogari.

Formato PDF