Edizioni Polistampa | Firenze | Scheda Libro

Cavallini “discepolo di Giotto”

Polistampa, 1994

Pagine: 240

Caratteristiche: 148 tavv. b/n, br.

Formato: 17X24

ISBN: 978-88-85977-15-0

Settore:

A1 / Storia dell’arte

€ 13,17

€ 15.49 | Risparmio € 2,32 (15%)

Quantità:
Tornando a considerare la “vecchia tesi” di laurea in Storia dell’Arte (1938) Parronchi giunge in questo saggio a una conclusione: la restituzione completa dell’operosità di Pietro Cavallini quale ci viene prospettata nella seconda edizione delle Vite del Vasari. Molto amplificata rispetto a quella della prima edizione, questa stesura non ha mai convinto gli studiosi, che hanno anche posto una forte ipoteca di dubbio sulle poche notizie documentarie rimasteci del pittore, tolta naturalmente quella - indiscutibile - del suo soggiorno per lavoro nella città di Napoli a partire dal 10 giugno 1308, quando gli viene fissato uno stipendio e un alloggio da Carlo II d’Angiò. Scrive Parronchi: “Riprendendo in mano il mio lontano lavoro di principiante sul Maestro della Santa Cecilia, non vi trovo oggi in sostanza null’altro da rifiutare se non la successione cronologica delle opere...”. Il volume è arricchito da un’ampia iconografia.