Giovanni Raspini
Toscano, laureato in architettura, antiquario e collezionista, Giovanni Raspini ha disegnato case, arredi, oggetti e gioielli. Dal 1985 crea argenterie nella sua azienda in Valdichiana, proprio nel cuore dell’Etruria. Fortemente legato al patrimonio artistico della sua terra, si è fatto promotore del restauro del busto reliquiario di San Donato, patrono di Arezzo, e dell’istituzione del Lab.or (Laboratorio di Storia e Tecnica dell’Oreficeria) in collaborazione con l’Università di Siena.
Tra le molte sue pubblicazioni è particolarmente importante Argenti toscani del ’700 e dell’800 e l’archivio inedito di Costantino Bulgari sugli argenti toscani (Polistampa, 2004).
di Giovanni Raspini