Rodolfo Ceccotti

Nato nel 1945 a Firenze, dove vive e lavora, Rodolfo Ceccotti è pittore e incisore. È titolare della cattedra di Tecniche dell’Incisione all’Accademia di Belle Arti di Firenze, dopo aver insegnato per molti anni a Carrara. Dal 1996 è direttore didattico della Scuola Internazionale per la Grafica d’Arte Il Bisonte di Firenze. Autodidatta, si dedica alla pittura fin da ragazzo. Decisiva è stata l’amicizia con i poeti Gatto, Gherardini e Betocchi e con i pittori fiorentini Capocchini, Vignozzi, Caponi, Scatizzi e Tirinnanzi. Poco più che ventenne vince una borsa di studio per giovani artisti del Comune di Firenze. È invitato alle mostre del Fiorino nel 1971, nel 1973 e nel 1977. Tiene la sua prima personale alla Galleria Inquadrature nel 1974. Lo stesso anno esegue le vetrate per la chiesa di San Silvestro a Tobbiana di Prato. Dal ’75 inizia a tenere personali in varie città, fino al prestigioso invito per un’ampia antologica al Centro Culturale Olivetti di Ivrea del 1979. Seguono numerose collettive a carattere nazionale ed internazionale. I temi caratteristici della sua pittura sono già delineati: orizzonti di cieli aperti solcati da nuvole, con profili di alberi, di cespugli o casolari solitari. Nel 1979 Carlo Ludovico Ragghianti gli affida il corso di disegno all’Università Internazionale dell’Arte di Firenze. Nel 1984 è tra i cinque artisti scelti da Leonardo Sciascia per la mostra milanese Artisti e Scrittori alla Rotonda della Besana. Tommaso Paloscia lo segnala nel catalogo della Grafica Mondadori del 1984. Seguono le personali alla Galleria Pananti di Firenze (1987) e alla Tavolozza di Palermo (1988). Nel 1990 tiene una personale a Piombino e nel 1991 presenta alla Fortezza Doria di Portovenere molti lavori, esposti con quelli di Piero Vignozzi. Moltissime le mostre di incisione: al Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi, al Bisonte di Firenze, al Museo Marini di Firenze, al Museo Civico di Bassano del Grappa, a Villa Morosini di Mirano - Venezia…

A cura di Rodolfo Ceccotti