Bartolomeo Berrecci

Bartolomeo Berecci fu architetto e scultore. Nacque nel 1480 a Pontassieve, nei pressi di Firenze. Probabilmente allievo di Andrea Ferrucci, si recò in Polonia nel 1516 su invito del vescovo Jan Laski. Là fece fortuna e acquisì un ingente patrimonio, mettendo in piedi un laboratorio di scultura in pietra insieme ad un gruppo di artisti italiani (tra questi Nicola Castiglione, Bernardino di Gianotis e Giovanni Cini). Lavorò alla corte reale di Wawel, dove realizzò tra il 1519 e il 1533 nella cattedrale la cappella di  Sigismondo I, una delle più grandi opere del Rinascimento italiano in Polonia. Oltre a questa Berecci fu incaricato, sempre a Wawel, della ricostruzione del castello. Lavorò inoltre in molte città polacche, a  Niepolomice, Poznan e Tarrow. Morì nel 1537 a Cracovia, assassinato da un italiano.

Vedi anche