Gabriel Cacho Millet

Nato a San Rafael, in Argentina, nel 1939, nel 2006 diventa cittadino spagnolo. Giornalista e autore di opere teatrali, Cacho Millet è stato anche studioso di letteratura contemporanea, in particolare di Dino Campana, Luigi Pirandello, Jorge Luis Borges, Rafael Alberti, Primo Conti ed Emanuel Carnevali, autori di cui ha portato alla luce lettere e documenti inediti. È morto a Roma nel 2016.
Con  Primo Conti ha scritto La gola del merlo. Memorie provocate (Premio Viareggio Straordinario del Presidente  della Giuria 1984).
Sul poeta Dino Campana, di cui è considerato il più appassionato e competente conoscitore, ha scritto numerosi saggi e contributi, tra cui si ricordano Le mie lettere sono fatte per essere bruciate (1978), Dino Campana fuorilegge (1985), Souvenir d’un pendu (1985), Dolce illusorio sud (1997), Sperso per il mondo (2000) e molti altri.

a cura di Gabriel Cacho Millet