Galileo Galilei

Galileo Galilei (Pisa, 15 febbraio 1564 - Arcetri, 8 gennaio 1642) è considerato il padre della scienza moderna: fu fisico, filosofo, astronomo e matematico. Il suo nome è associato a notevoli contributi in dinamica e astronomia – fra cui il perfezionamento del telescopio, che gli permise importanti osservazioni astronomiche – e all’introduzione del metodo scientifico, detto appunto “galileiano”.
Di primaria importanza fu il suo ruolo nella rivoluzione astronomica e il sostegno al sistema eliocentrico e alle teorie copernicane. Accusato di voler sovvertire la filosofia naturale aristotelica e le Sacre Scritture, Galileo fu per questo condannato come eretico dalla Chiesa cattolica e costretto, il 22 giugno 1633, all’abiura delle sue concezioni nonché a trascorrere il resto della vita in isolamento.

vedi anche