Maria Lia Papi

Maria Lia Papi, livornese di origini elbane, laureata in lettere moderne, ha lavorato per molti anni nel campo dei beni culturali, come funzionario presso la Biblioteca Labronica di Livorno, e alla Biblioteca Universitaria di Pisa. Dopo un decennio di incarichi ministeriali a Roma, è stata responsabile della Biblioteca dell’Archivio di Stato di Livorno. Qui ha curato settori prevalentemente relativi alla stampa in mostre documentarie, scrivendo saggi in cataloghi, oltre a contributi in riviste e miscellanee e volumi fotografici.
Fa parte del consiglio direttivo dell’Associazione livornese di storia lettere e arti e della redazione dell’annuario «Nuovi studi livornesi», ove cura fin dal primo numero (1992) la pubblicazione della “Bibliografia livornese”, consultabile nel sito dell’Associazione e nell’Opac del sistema bibliotecario cittadino. Ha redatto un’ampia Bibliografia storica livornese nei quattro volumi Duecento anni della Camera di Commercio nella storia di Livorno editi nel 2001. Nello stesso anno ha curato con Lucia Fischer la raccolta di scritti di Paolo Castignoli, Livorno dagli archivi alla città.
Per l’Agenzia per la cultura Logos ha curato il catalogo di una mostra sulle Capitanerie di porto in Italia stampato dalla Provincia di Livorno e la raccolta degli atti del convegno L’ammiraglio Napoleone nell’omonimo volume edito da Polistampa nel 2015. Per i tipi di Polistampa aveva già curato nel 2009 gli atti della Giornata internazionale di studi Livorno mediterranea.

a cura di Maria Lia Papi