Michel Lecoque

Michel Lecoque nasce a Sieujac in Alvernia nel 1938. Cresciuto fino all’età di 8 anni dai nonni come un bambino dei boschi nel Monts du Cantal, si ricongiunge con i suoi genitori a Parigi soltanto dopo la guerra.
Nel 1969 decide di dedicare interamente la propria vita all’arte e nel 1972 vince il premio della Casa Velasquez. Può così trascorrere due anni a Madrid, e al suo ritorno in Francia, può acquistare una casa in Normandia che lascia per un anno per recarsi a Firenze. Nel 1978 torna sull’estuario dell’Orne, ma il richiamo di terre lontane è ancora forte: parte così per il Guadalupe dove resterà per due anni, dipingendo con grande interesse la natura rigogliosa e le persone intorno a lui.
Nel 1981 torna in Normandia, con lunghi soggiorni soprattutto sulla costa vicino a Dieppe. Sulle orme di Delacroix, Pissarro, Monet, Renoir, egli vaga sulla scogliera di Ailly. Innamoratosi della regione e dei suoi abitanti, si stabilisce per 14 anni in una casa sul Cliff Pollet che offre una vista mozzafiato del porto, della città e del mare.
Attualmente vive e lavora a Parigi, pur continuando a viaggiare.

Vedi anche