Andrea Chiarantini

Nato a Firenze nel 1951, dipinge fin da giovanissimo, segnalandosi in premi nazionali. Consegue la laurea in architettura presso l’Università di Firenze nel 1978. Viene “segnalato Bolaffi” nel 1974.
Sempre nel 1978, con Kiki Franceschi, dà vita all’‘Operazione Lavoisier’, un ciclo di libri-oggetto sulle “Scorie d’Artista”, una sorta di storia dell’arte contemporanea su artisti contemporanei, delle più svariate tendenze; quarantanove libri che nel 1993 sono nella collezione dei libri d’artista presso il Gabinetto Stampe della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze.
Nel 1992 espone al Museo Pecci di Prato, per il ciclo “Cartabianca”.
Nel 1995, con Kiki Franceschi pubblica Segnali da nessun luogo, libro indagine sui sentieri dell’arte contemporanea e ruolo dell’artista nella società.
Nel 1997 un monumento ispirato dal libro (La Freccia del tempo) viene collocato in piazza L. Da Vinci a Bientina (Pisa).
Nel maggio 1997 esce il rpimo dei quattro numeri del foglio di teoria artistica diretto con Kiki Franceschi «Per un anno», che si propone un’analisi dell’astratto oggi e del suo possibile superamento.
Dal 1994 le sue opere sono esposte in permanenza da International Design di Firenze.

di Andrea Chiarantini