Giuseppe Calonaci

Giuseppe Calonaci è nato a Poggibonsi (Siena), dove tuttora risiede. I primi contatti con il mondo artistico li fa presso la Scuola d’Arte, nel vivace clima della ricostruzione nel dopoguerra a Poggibonsi e nella Val d’Elsa.
Formatosi nel clima del MAC (Movimento Arte Concreta), di Forma I e soprattutto del fiorentino Astrattismo Classico, Calonaci ha sviluppato la lezione astratto-concreta in un’ampia gamma di applicazioni tecnologiche e di soluzioni formali. Ha compiuto ricerche e realizzato opere con una visione progettuale a tutto campo, affrontando la pittura, la scultura, la grafica. La sua ricerca si è svolta per cicli, sempre contrassegnati da un titolo, che sintetizza il tema dominante. Sono le tappe di una riflessione sul linguaggio astratto che ha condotto all’individuazione di alcune forme simboliche primarie, come il cerchio radiante, ovvero il principio generatore di energia. Nel 1955 è ideatore della S.I.V.A., una fabbrica di smalti d’arte su acciaio, dove opera insieme a molti artisti. Dal 1957 opera con le avanguardie fiorentine, nell’ambito degli sviluppi dell’Astrattismo Classico. Nel 1974, durante la personale al Palazzo Reale di Caserta, riceve dalla Società di Storia Patria e dal Comitato locale della Dante Alighieri, la medaglia d’argento “Luigi Vanvitelli”. Nel 1977 viene premiato alla Prima Triennale d’Arte e Design di Prato, come giovane artista, insieme all’architetto Giovanni Michelucci. In occasione della personale del 1990 a Hot Springs, negli Stati Uniti, per meriti culturali viene insignito del titolo di Ambasciatore Onorario dell’Arkansas dal Governatore Bill Clinton e di Cittadino Onorario di Hot Springs dal Sindaco della Città. Partecipa alla costituzione del gruppo Esteriorizzazione, presentato nel 1992 nello storico caffè fiorentino delle Giubbe Rosse. Nel 1993 fonda a Castiglion della Pescaia il Cantiere delle Arti Visive e promuove con la Pro Loco l’annuale “Premio Piazzetta”. Nel 1996 riceve, su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri l’onoreficenza di Cavaliere della Repubblica Italiana, firmato Scalfaro e Prodi. Nel 1998 ottiene il Premio “Città di Poggibonsi”. Nel 2007 viene insignito Accademico delle Arti del Disegno dal professore Francesco Adorno, presidente della prestigiosa Accademia Fiorentina.
Si contano al suo attivo oltre 65 esposizioni personali in importanti gallerie pubbliche e private e oltre 100 rassegne in Italia e all’estero. Ha scandito il suo lavoro in dieci periodi, l’attuale dei quali, si intitola “Astrattismo & Citazione”. Hanno scritto di Calonaci i più importanti storici dell’arte, con studi e testimonianze su numerosi libri, cataloghi, riviste e quotidiani.

See also