Rita Neri
A diciannove anni si iscrive all’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Firenze. Dopo un anno di insegnamento lavora per l’O.D.A. di Firenze. Pur non tralasciando gli studi, si impegna con determinazione in un lavoro di responsabilità che la pone alla direzione, per otto anni consecutivi, della Casa Ferie “Giotto” di Marina di Pisa, dove vengono effettuati i primi esperimenti di casa famiglia per ragazzi handicappati provenienti da istituti di Firenze e soggiorni estivi per anziani in cui sono inseriti ex residenti e ospiti della casa psichiatrica di San Salvi, persone esterne, persone del dormitorio pubblico di San Frediano, barboni. Siamo agli inizi del 1978, in Parlamento vine approvata la Legge Basaglia n. 180 e questi sono i primi passi a favore della riforma nella provincia di Firenze. Nel 1984 lascia l’Associazione, si abilita all’insegnamento e per cinque anni insegna Educazione Fisica a Belluno e in Valtellina. Nel 1991 lavora presso le scuole medie della provincia di Ravenna come insegnante di sostegno. Esperienze di famiglia e il suo lavoro la portano a pubblicare libri che raccolgono esperienze didattiche e offrono spunti per l’insegnamento nel campo delle diversabilità. Nel 2001 pubblica Io insegnante di Sostegno e nel 2003 Accoccolati.
di Rita Neri