Condividi: Vedi anche:
Libri, “Oltre il cancello” e la dura vita di un seminarista nella Prato degli anni Cinquanta
Notizie di Prato - 03/04/2009 - senza firma  


 
 

Sarà presentato sabato 4 aprile alle 16 nel salone consiliare del Comune il romanzo Oltre il cancello di Gabriele Cecconi, edito da Mauro Pagliai, a cura degli assessorati alla Cultura e alla pubblica istruzione. Oltre all’autore e all’editore, saranno presenti l’assessore alla Cultura Andrea Mazzoni, l’assessore alla Pubblica istruzione Giuseppe Gregori e Umberto Cecchi, giornalista e scrittore.
La storia narrata è ambientata nella Prato anni ‘50, con riferimenti al famoso caso dei concubini e all’attività pastorale di Don Lorenzo Milani: un bambino di dieci anni varca il cancello di un seminario, affascinato dal sogno di diventare sacerdote. Ben presto prende consapevolezza che essere un bravo seminarista significa piegarsi ad una educazione ispirata a un modello ascetico di disprezzo del corpo, all’ossessione del peccato, alla repressione sessuofobica degli istinti e dei sentimenti. Il protagonista condivide con i suoi amici i momenti divertenti, ma anche drammatici, della vita in comune e si accorge che in quel luogo, dove si dovrebbero mettere in pratica gli ideali evangelici di fratellanza e carità, si verificano al contrario dei maltrattamenti, che arrivano fino alle percosse, da parte di alcuni superiori nei confronti dei più deboli. Oltre il cancello è un romanzo di formazione umana, religiosa e sentimentale, dove si racconta la crescita di bambini e la maturazione di adolescenti in un ambiente molto particolare, fino ad ora poco conosciuto e rappresentato. Se le vicende narrate sono immaginarie, lo sfondo storico della fine degli anni ’50 è ricostruito con precisione.

Gabriele Cecconi
Oltre il cancello