Condividi: Vedi anche:
Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Fiorentino. Galleria degli Uffizi
Studi e restauri
I marmi antichi della Galleria degli Uffizi. Volume IV

a cura di Fabrizio Paolucci


Polistampa, 2013
Pagine: 256
Caratteristiche: ill. b/n e col., br., 16,5x24
ISBN: 9788859611233


Settore: A5 / Restauro
Anche: DSU2 / Archeologia / A1 / Storia dell’arte


Prezzo: 20.00 €
Sconto: 15% (risparmio 3.00 €)

Aggiungi al carrello
Vai alla scheda curatore

Il quarto volume della serie dedicata alla collezione dei marmi greco romani conservati nella Galleria degli Uffizi e nel Complesso Vasariano è dedicato all’archeologa Antonella Romualdi, scomparsa nel 2012. Un’ampia sezione è riservata al restauro del Cinghiale greco (II-I sec. a.C.) il cui calco, il celebre Porcellino di Pietro Tacca, è uno dei simboli della città di Firenze. I contributi testimoniano il complesso intervento, documentando i rapporti dell’opera classica con la copia secentesca e con l’unica altra replica nota, il Cinghiale nero della collezione Borghese. Tra gli altri saggi sono da segnalare quello di Elena Diacciati, nato dal prestito e dal contestuale restauro del busto di Dioniso cornuto alla mostra Primavera del Rinascimento nel 2012, quello di Alessandro Muscillo, che dalla scultura di Leda del primo corridoio prende spunto per una più ampia disamina del tipo, e quello di Sara Faralli, dedicato a un ritrovato ritratto di Sabina. Il testo di Caterina Parigi si concentra poi su una piccola statua di Venere conservata al Museo dell’Accademia, mentre Fabrizio Paolucci si occupa di una Minerva arcaistica.
Testi di Maria Brunori, Alberto Casciani, Elena Diacciati,Sara Faralli, Francesca Fortunati, Daniela Manna, Maura Masini, Alessandro Muscillo, Fabrizio Paolucci, Caterina Parigi, Antonella Romualdi, Paola Rosa, Dimitrios Zikos.


Studi e restauri

Studi e restauri

Studi e restauri

Le sculture antiche

L’Antiquarium di Villa Corsini a Castello


“Da Cimabue in qua”

Restauri per Orsanmichele

San Frediano in Cestello



Il Tabernacolo di via Sant’Agostino a Firenze
Cosa pensi di questo libro? Ti piace?
Lascia un commento con le tue osservazioni!
Inviando questo form autorizzo al trattamento dati