Condividi: Vedi anche:
Stefano Barbolini / Giovanni Garofalo

Le meridiane storiche fiorentine

Polistampa, 2011
Pagine: 216
Caratteristiche: ill. b/n, 16 tavv. col. f.t., br., 17x24
ISBN: 9788859609278

Collana: Testi e Studi, 27


Settore: S3 / Scienze
Anche: A1 / Storia dell’arte / TL7 / Geografia, viaggio, guide / DSU1 / Storia


Prezzo: 24.00 €
Sconto: 15% (risparmio 3.60 €)

Aggiungi al carrello

Gli autori affrontano con dotte citazioni e ricostruzioni storiche le tematiche degli “orologi solari”, delle “meridiane a camera oscura” e del “tempo civile e tempo vero”. In specifico entrano nel merito degli orologi solari antichi a Firenze, con particolare attenzione per il Battistero e per la lastra intarsiata sul pavimento, forse anticamente usata per osservare il moto del sole.
Il libro rende giustizia a questi antichi misuratori del tempo spesso tralasciati da storici, cronisti e guide turistiche. Lo fa proponendo un itinerario alla scoperta dei più significativi siti gnomonici, con un approccio in cui le note tecniche, le notizie storiche e architettoniche si integrano in una sintesi mirata al superamento dell’interesse dei soli appassionati di settore, per coinvolgere anche altri lettori e guidarli alla scoperta di questi misteriosi e affascinanti strumenti astronomici incastonati nel tessuto storico e artistico della città.

Presentazione di Filippo Camerota

Simone Bartolini
Simone Bartolini


I Georgofili
Pier Virgilio Arrigoni
Flora analitica della Toscana

Pier Virgilio Arrigoni
Flora analitica della Toscana



I risultati del progetto Innovagen
Pier Virgilio Arrigoni
Flora analitica della Toscana

Tra agricoltura e educazione
L’Universo - 01/07/2012 - senza firma
«E adì detto lire cinque soldi quindici a Bartolomeo di Fruosino orafo, sono per il primo modello di bronzo di libbre   

Nuovo Orione - 01/11/2011 - Piero Stroppa
Tra le particolarità della città di Firenze, capitale dell’arte, della scienza e della letteratura, c’è anche quella di possedere un ingente numero di meridiane storiche monumentali  

Toscana Oggi - 18/09/2011 - Carlo Lapucci
Un buco praticato in un tetto o in una cupola, ovvero uno stilo piantato in terra bastano per sapere molte cose del sole che ci riguardano; se poi con opportuni studi si rilevano i punti opportuni, nel punto dove cade il raggio  

Cosa pensi di questo libro? Ti piace?
Lascia un commento con le tue osservazioni!
Inviando questo form autorizzo al trattamento dati