Condividi: Vedi anche:
Novecento sedotto
Il fascino del Seicento tra le due guerre

a cura di Valentina Gensini / Lucia Mannini / Anna Mazzanti


Polistampa, 2010
Pagine: 272
Caratteristiche: ill. col., br., 24x31
ISBN: 9788859608653


Settore: A2 / Arte moderna e contemporanea
Anche: A1 / Storia dell’arte

Vedi: Pietro Annigoni


Prezzo: 38.00 €
Sconto: 15% (risparmio 5.70 €)

Aggiungi al carrello

Dagli anni Venti con la grandiosa mostra sul Sei-Settecento tenutasi a Palazzo Pitti nel 1922 (contro la quale si scagliò De Chirico inaugurando la querelle sulla mania del Seicento) fino agli anni Quaranta, con le inchieste sul Barocco, cui contribuirono intellettuali filosofi e artisti, il fascino del Seicento influenzò la ricerca novecentesca di un nuovo rapporto con la realtà. Critici d’arte come Longhi e Venturi, Marangoni e Soffici rivalutano un secolo dimenticato. Da qui la fortuna del caravaggismo nelle sue declinazioni napoletane, o spagnole. Stimolati dal dibattito sorto sulle pagine di riviste d’arte come «La Voce» e «Valori plastici», i pittori moderni recuperano il secolo in giochi di rimandi stilistici e iconografici. Lo testimoniano tele, tavole, affreschi riprodotti accanto a opere significative del Seicento, tra Caravaggio e Velàzquez, con le quali intrecciano un intrigante dialogo in questo catalogo e nella relativa mostra, allestita dal 16 dicembre 2010 al 1° maggio 2011 presso il Museo Annigoni di Villa Bardini a Firenze, per il coordinamento scientifico di Carlo Sisi.
Il percorso indaga il tema del sacro, la pittura di figura e i “generi” magistrali come la natura morta e il paesaggio. Il recente contesto artistico è testimoniato da opere significative di Primo Conti, Felice Carena, Baccio Maria Bacci, Achille Funi, Cipriano Efisio Oppo, Carlo Socrate, Armando Spadini, Giorgio De Chirico, Gregorio Sciltian, Antonio Bueno e soprattutto Pietro Annigoni, pittori affascinati dall’arte barocca, come rivela il titolo del libro.

Presentazioni di Andrea Barducci, Matteo Renzi, Cristina Scaletti, Cristina Acidini, Michele Gremigni.
Saggi di Fabio Amico, Valentina Gensini, Lorenzo Giusti, Lucia Mannini, Anna Mazzanti, Giovanna Uzzani, Fulvia Zaninelli.
Schede delle opere di Emanuele Barletti, Graziella Battaglia, Ilaria Della Monica, Maria Elena De Luca, Valentina Gensini, Davide Lacagnina, Lucia Mannini, Anna Mazzanti, Susanna Pampaloni, Francesca Sborgi, Chiara Toti.

Formato PDF


Annigoni - Segreto

Annigoni

Pietro Annigoni 2005

Annigoni e il Mugello

Pietro Annigoni


La Firenze degli anni ’70 di Giuliano Lorenzetti

Le stanze dei tesori

Lloyd

Video d’artista

Ecco Firenze

This is Florence
Cose Belle Antiche & Moderne - 01/04/2011 - Andrea Bardelli
Dagli anni venti, con la grandiosa mostra del Sei e Settecento tenutasi a Palazzo Pitti nel 1922, fino agli anni quaranta, con le inchieste sul Barocco, cui contribuirono intellettuali filosofi e artisti  

Informatore - 01/02/2011 - senza firma
Fino al 1° maggio, presso il Museo “Pietro Annigoni” di Villa Bardini, (il cui giardino sarà accessibile gratuitamente per i residenti a Firenze) rimane aperta la mostra “Novecento sedotto. Il fascino del Seicento tra le due guerre. Da Velázquez a Annigon  

Il Tirreno - 06/01/2011 - Gabriele Rizza
Il titolo è molto esplicito e dice già tutto: “Il fascino del Seicento fra le due guerre da Velasquez a Annigoni”. Ma la sintesi è efficace: “Il 900 sedotto”. Ovvero la ritrovata esplosività del Seicento. Che partì in tempi non sospetti proprio da queste   

Il Manifesto - 04/01/2011 - senza firma
Il titolo dice già tutto: “Il fascino del Seicento fra due guerre da Velasquez a Annigoni”. Ma la sintesi è efficace: “Il 900 sedotto”. Ovvero la ritrovata esplosività del Seicento.  

La Nazione - 17/12/2010 - Raffaella Marcucci
Il “Novecento sedotto”: gli artisti del periodo fra le due guerre, ma chi o cosa li ha sedotti? Il Seicento, l’arte figurativa con le sue tecniche e i suoi cromatismi; coi generi canonici della natura morta, dei paesaggi animati, delle scene di vita  

Cosa pensi di questo libro? Ti piace?
Lascia un commento con le tue osservazioni!
Inviando questo form autorizzo al trattamento dati