Condividi: Vedi anche:
Ennio Di Nolfo

La guerra fredda e l’Italia
1941-1989

Mezzo secolo di storia italiana secondo uno dei massimi esperti di storia delle relazioni internazionali



Polistampa, 2010
Pagine: 696
Caratteristiche: br., 17x24
ISBN: 9788859607496

Collana: Storia delle relazioni internazionali, 1


Settore: DSU1 / Storia
Anche: SS1 / Politica


Prezzo: 48.00 €
Sconto: 15% (risparmio 7.20 €)

Aggiungi al carrello
Vai alla scheda autore

Il volume propone un’interpretazione generale della Guerra fredda ma soprattutto riflette una serie di passaggi riguardanti momenti fondamentali per la politica italiana rispetto al conflitto fra USA e URSS dal 1943 al 1989. L’Italia occupò, in tale contesto, una posizione particolare: prima come campo di sperimentazione della possibilità che l’intesa globale continuasse anche nel dopoguerra, poi come terreno sul quale si misurò (dall’armistizio dell’8 settembre 1943 in poi) l’aggravarsi del conflitto internazionale e i suoi riflessi sulla libertà di movimento italiana. Ennio Di Nolfo analizza i temi di fondo della politica estera italiana, presa fra il bisogno di indipendenza e i condizionamenti che la spingevano verso la dipendenza o la subordinazione. In questo ambito acquistano rilevanza i rapporti con gli Stati Uniti, dal 1941 in poi; il ruolo del Vaticano e l’influenza della Santa Sede sulla posizione italiana, sia dal punto di vista interno che da quello internazionale; i condizionamenti internazionali che il processo costituzionale subì per effetto della crisi globale; il formarsi di una politica espressamente dedicata all’Italia da parte del governo americano; i temi relativi ai rapporti con l’Unione Sovietica (cosiddetta “svolta di Salerno”); quelli riguardanti la formazione del trattato di pace; l’adesione dell’Italia al Piano Marshall, alle istituzioni europee e al Patto atlantico. Sono approfonditi anche momenti particolari della politica italiana rispetto alla crisi di Cuba e all’evolvere del sistema internazionale negli anni successivi, sino a considerare il valore che la fine della Guerra fredda ebbe per l’Italia.

Formato PDF

Cristiana Ciarli
Oltre la Memoria

La Grande Guerra e la Croce Rossa

«E voliam nel sole, anima mia»
Matteo Cecchi
Palazzo del Pegaso
Anna Agostini
Istantanee dal Seicento

Marco Sagrestani

Le inchieste agrarie in età liberale

Renzo De Felice
Luciano Iacoponi
Maurizio Fantappié
A letto con i Medici
Daniela Cavini
Le Magnifiche dei Medici
Rivista di studi politici internazionali - 01/04/2011 - Giuliano Caroli
  

Archiviostorico.info - 06/11/2010 - Francesco Algisi
Ennio Di Nolfo, nato a Melegnano nel 1930, laureatosi a Pavia nel 1953, ha insegnato all’Università di Padova, alla Luiss e nella Facoltà di Scienze politiche “Cesare Alfieri” di Firenze, dove oggi è professore emerito di Storia delle Relazioni internazio  

AdnKronos - 10/07/2010 - senza firma
Roma, 10 lug. - (Adnkronos) - Il maresciallo Pietro Badoglio non fu un inetto politicante, bensì un astuto politico: protagonista degli eventi successivi all’armistizio del 1943, riuscì a salvare la monarchia e il proprio governo dalle conseguenze della “  

Cosa pensi di questo libro? Ti piace?
Lascia un commento con le tue osservazioni!
Inviando questo form autorizzo al trattamento dati