Condividi: Vedi anche:
Milva Giacomelli

Ernesto Basile e il concorso per il museo di antichità egizie del Cairo (1894-1895)

Polistampa, 2010
Pagine: 192
Caratteristiche: ill. b/n, br., 17x24
ISBN: 9788859607298

Collana: Le vie dell’architettura italiana nel mondo, 1


Settore: A3 / Architettura, urbanistica, territorio
Anche: DSU1 / Storia


Prezzo: 14.00 €
Sconto: 15% (risparmio 2.10 €)

Aggiungi al carrello
Vai alla scheda autore

Il volume ricostruisce la vicenda del concorso internazionale per il museo di antichità egizie del Cairo il cui bando, pubblicato 18 luglio 1894 nel Journal Officiel del governo egiziano, prevedeva che la competizione fosse aperta agli architetti di tutte le nazionalità. La decisione di dotare Il Cairo di un nuovo museo, destinato a ospitare le collezioni di antichità conservate nel vecchio e inadeguato museo di Gīza, era stata presa dal Governo egiziano fin dal 7 maggio dello stesso anno. Entro il primo marzo 1895 al Ministero dei Lavori Pubblici pervengono circa cento progetti in gran parte dall’Italia e, in numero minore, dalla Francia, dall’Inghilterra, dall’impero austro-ungarico, dalla Germania, dal Nord America, dallo stesso Egitto, dalla Bosnia, dall’Olanda, dalla Grecia, da Malta e dalla Siria. Il 20 marzo la commissione giudicatrice conclude i lavori senza attendere l’arrivo del componente italiano Ernesto Basile, e assegna i premi ex-aequo e le menzioni ad architetti francesi. Lo straordinario successo registrato dai francesi attirerà critiche sull’operato della giuria e alimenterà accese polemiche.
Il rinvenimento di documenti inediti – riprodotti nell’appendice – ha portato all’individuazione della maggior parte dei concorrenti, dei quali finora si ignorava l’identità. Il corpus documentario include alcune corrispondenze (conservate nell’Archivio Storico Diplomatico del Ministero degli Affari Esteri di Roma), la
Rivista Critica dei Progetti Esposti al Concorso di Ernesto Basile, le relazioni di alcuni progetti di concorso di architetti italiani (Attilio Muggia, Umberto Cassitto), articoli di quotidiani non reperibili in Italia, come la testata italoegiziana «L’Imparziale». Il testo si è avvalso inoltre dei risultati dello spoglio di circa trenta riviste straniere specializzate che nel periodo 1894-1902 hanno seguito le vicende del concorso, dal dibattito che ha preceduto la decisione di ricorrere a una competizione internazionale alle polemiche seguite al verdetto e alla costruzione del nuovo museo.



Architectures et architectes italiens au Maghreb

Gabriele Capecchi
Ipotesi su Castello
Simone Barbi
Ines Romitti
Giardini e Paesaggi
Claudio Paolini
Intorno alla Cattedrale
Franca Manenti Valli
Pisa

Giovanni Michelucci
Barbro Santillo Frizell
Tra terra e cielo

Herat District 9 Development Plan
Evolving Heritage - 16/02/2011 - Fabio Mangone
In quella che Eric Hobsbawm definisce come “l’età degli imperi”, vale a dire il turbolento quarantennio grosso modo compreso il 1875 e il 1914, nella vicenda dell’architettura occidentale i concorsi assumono un ruolo fondamentale  

Archeo - 01/09/2010 - Stefano Mammini
La storia narrata nel volume si svolge oltre un secolo fa, ma potrebbe essere cronaca di questi giorni. La vicenda del concorso internazionale di architettura per dotare Il Cairo di un museo di antichità egizie possiede infatti molte delle caratteristiche  

Il Giornale dell’Architettura - 01/07/2010 - Francesca B. Filippi
Negli ultimi anni due case editrici toscane hanno pubblicato una serie di studi sulle presenze italiane in Magreb, Siria, Libano e Marocco, oltre che sul ruolo dell’Anmi nel determinare la presenza italiana in Asia, Medio Oriente e Africa.  

Arte e Arti - 27/03/2010 - Elena Vannoni
È possibile affermare senza alcuna ombra di dubbio che il nostro Paese vanta di patrimoni architettonici invidiabili e che la storia dell’architettura italiana è rintracciabile nel mondo intero. Tuttavia c’è chi davanti a questi meriti ha voluto chiudere   

Cosa pensi di questo libro? Ti piace?
Lascia un commento con le tue osservazioni!
Inviando questo form autorizzo al trattamento dati