Condividi: Vedi anche:
Medusa
Il mito, l’antico e i Medici

a cura di Valentina Conticelli


Polistampa, 2008
Pagine: 144
Caratteristiche: ill. col., 40 tavv. col., cart., 21x21
ISBN: 9788859605133

Collana: “I mai visti” / Capolavori dai depositi degli Uffizi, 8


Settore: A1 / Storia dell’arte


Prezzo: 18.00 €
Sconto: 15% (risparmio 2.70 €)

Aggiungi al carrello
Vai alla scheda curatore

Catalogo della mostra allestita a Firenze presso le Reali Poste degli Uffizi (16 dicembre 2008 - 31 gennaio 2009), diretta da Antonio Natali e curata da Valentina Conticelli, il volume racchiude saggi di Cristina Acidini e della curatrice, mentre le 40 schede del catalogo sono redatte daBarbara Arbeid, Grazia Badino, Valentina Conticelli, Simone Giordani, Mario Iozzo, Alessandra Malquori, Marino Marini e Ilaria Rossi.
Nell’introduzione Antonio Natali ci offre alcune riflessioni sul valore dei serpenti nell’iconografia cristiana. Cristina Acidini focalizza invece le diverse componenti della potente figura di Medusa nella storia delle immagini. Il testo di Valentina Conticelli presenta infine il panorama di riferimento in cui si inserisce il percorso della mostra, partendo dal racconto del mito e analizzando la fortuna del tema nella committenza medicea.


Presentazioni di Edoardo Speranza, Maria Vittoria Rimbotti.

Formato PDF


Jonah Jones
An introduction to Pontormo
Ludovica Sebregondi
Santa Croce nel secondo ’500
Maurizia Tazartes
Tra pittura e bordello
Antonio Natali
Firenze 1517
Sandro Bellesi
Pittura e scultura a Firenze

Dall’asta al Museo
Riccardo Nencini
Il magnifico ribelle

Michelangelo e l’assedio di Firenze
Francesco Gurrieri
Domenico di Michelino
Simone Bartolini
Le porte del cielo
Pina Ragionieri
Il primato del disegno

L’immagine dei giardini e delle ville medicee
Notiziario Bibliografico Toscano - 01/01/2009 - senza firma
Catalogo della mostra allestita a Firenze presso le Reali Poste degli   

Arte e Arti - 25/12/2008 - Katty Colzi
Il regalo di Natale di Firenze ha per titolo: Medusa. Il mito, l’antico e i Medici. Infatti, con ingresso gratuito, nella la Sala delle Reali Poste della Galleria degli Uffizi inizia domani l’ottava edizione dei   

La Stampa - 19/12/2008 - Marco Vallora
Dove abitassero le sorelle Gorgoni («le vecchie», come le chiamava Esiodo) non è facile dire, se dalla parte della Libia o nel Regno dei morti, nel mondo felice ed oppiato degli Iperborei, dedite come suore al culto di  

La Repubblica - 16/12/2008 - Mara Amorevoli
Un esorcismo contro l’orrore, la paura e la morte. Da sempre il mito di Medusa, terrifica immagine – ora donna, o uomo o mostro – dalle chiome groviglio di vipere e dallo sguardo pietrificante, accompagna popoli e civiltà  

L’Arena - 16/12/2008 - senza firma
La testa di Medusa, l’unica delle tre Gorgoni ritenuta mortale, mozza e coronata di serpenti, con il suo sguardo che ha il potere di pietrificare e, in secondo piano appena visibili, pipistrelli, ramarri, rospi. Un’immagine di   

Il Giornale di Vicenza - 16/12/2008 - senza firma
La testa di Medusa, l’unica delle tre Gorgoni ritenuta mortale, mozza e coronata di serpenti, con il suo sguardo che ha il potere di pietrificare e, in secondo piano appena visibili, pipistrelli, ramarri, rospi. Un’immagine di   

Brescia Oggi - 16/12/2008 - senza firma
La testa di Medusa, l’unica delle tre Gorgoni ritenuta mortale, mozza e coronata di serpenti, con il suo sguardo che ha il potere di pietrificare e, in secondo piano appena visibili, pipistrelli, ramarri, rospi. Un’immagine di   

La Nazione - 16/12/2008 - Letizia Cini
  

La Repubblica.it - 16/12/2008 - Mara Amorevoli
Un esorcismo contro l’orrore, la paura e la morte. Da sempre il mito di Medusa, terrifica immagine – ora donna, o uomo o mostro – dalle chiome groviglio di vipere e dallo sguardo pietrificante, accompagna popoli e civiltà  

Il Giornale della Toscana - 11/12/2008 - Marco Ferri
Le leggende sono dure a morire. Così come l’aura di successo (alias “voglia di crederci”) che le circonda. Ecco allora che, nonostante da più di cento anni si sappia che un dipinto – la Testa di Medusa custodita nel deposito   

InContatto - 01/12/2008 - senza firma
Il programma “Mai visti”, avviato nel 2001, intende innanzitutto far conoscere, a rotazione, mediante piccole esposizioni con ingresso gratuito, i dipinti e la grafica custoditi nei depositi della Galleria degli Uffizi   

Cosa pensi di questo libro? Ti piace?
Lascia un commento con le tue osservazioni!
Inviando questo form autorizzo al trattamento dati