Condividi: Vedi anche:
Giuseppe Toderi / Fiorenza Vannel

Le medaglie italiane del XVI secolo

Premessa, biografie e commenti sono in italiano e in inglese



Polistampa, 2000
Pagine: 1532
Caratteristiche: 3000 ill. col., rileg. tela, custodia, 24x31
ISBN: 9788883042560


Settore: DSU6 / Numismatica
Anche: A1 / Storia dell’arte / A6 / Collezionismo / A5 / Restauro / A4 / Arti minori


Prezzo: 413.17 €
Sconto: 15% (risparmio 61.98 €)

Aggiungi al carrello

Frutto di una ricerca durata molti anni, questo Corpus delle medaglie italiane del XVI secolo comprende tutte le medaglie coniate da artisti italiani nel corso del Cinquecento. Sono state studiate e descritte più di tremila medaglie, molte delle quali (circa un migliaio) erano sconosciute ad Alfred Armand e, pertanto, non furono incluse nel suo celebre volume. Inoltre, grazie a un’accurata ricerca, si è potuti giungere a molte nuove attribuzioni. Le medaglie sono, per la quasi totalità, illustrate nelle tavole del terzo volume in modo da permettere una rapida ricerca visiva delle opere studiate. Esaurienti indici alfabetici degli artisti, dei personaggi e delle leggende consentono una facile consultazione. Una premessa generale illustra i criteri dell’opera e la metodologia adottata.br> Tutte le medaglie sono corredate da una scheda in cui sono riportate: leggende e descrizioni dei diritti e dei rovesci, i dati tecnici, commenti esplicativi sulla motivazione della medaglia e i riferimenti bibliografici.
È stato dato inoltre ampio spazio alle biografie degli artisti e per ogni personaggio effigiato è stata fornita, quando nota, una sintetica biografia.

“Il testo base per lo studio e la classificazione delle medaglie italiane del XVI secolo è stato fino ad oggi Les médailleurs italiens des quinzième et seizième siècles di Alfred Armand, edito a Parigi negli anni 1883-1887. Tale opera mostrava ormai incolmabili difetti, uno dei quali, non indifferente, la mancanza di illustrazioni.
Prendendo come base tale pubblicazione, un lungo lavoro preliminare è stato quello di eliminare giustificatamente quanto non aveva diritto di trovarvi posto. Abbiamo così escluso alcune centinaia di monete, prove monetarie, gettoni, medaglie di autori stranieri e medaglie non pertinenti all’arco temporale preso in considerazione. Non poche medaglie inoltre erano state riportate dall’Armand sulla fede di alcune illustrazioni del Litta o di autori più antichi e sono risultate non esistenti.
Con un lungo lavoro di ricerca in tutta la letteratura numismatica e nelle collezioni pubbliche e private sono state reperite oltre novecento medaglie, che non erano state comprese dall’Armand nella sua opera.
Un lavoro impegnativo è stato quello di arrivare ad attendibili attribuzioni di molte medaglie, fino ad oggi considerate di autore ignoto, come anche il fare giustizia di alcune altisonanti attribuzioni di altre medaglie. è stata inoltre necessaria molta cura per stilare delle accurate biografie dei medaglisti, spesso ingiustamente trascurate, in quanto, solo attraverso queste, si è potuto trovare conferma di certe attribuzioni, nonché avere la possibilità di datare con esattezza alcune delle loro opere.
Un grosso impegno è stato quello di corredare di immagini la grande maggioranza della quasi tremila medaglie riportate in questa pubblicazione. L’opera è costituita da tre volumi di grande formato, l’ultimo dei quali è totalmente dedicato alle tavole, circa cinquecento, di documentazione fotografica. Abbiamo preferito non intercalare le fotografie nel testo, ma riunirle in tavole, ordinandole per autore ed in ordine cronologico, in modo che fosse possibile seguire visivamente l’evoluzione dello stile di ciascun medaglista, nonché poter fare confronti fra le varie tendenze artistiche nelle diverse zone dell’Italia nell’arco di tutto il XVI secolo” (F. Vannel e G. Toderi).











Cosa pensi di questo libro? Ti piace?
Lascia un commento con le tue osservazioni!
Inviando questo form autorizzo al trattamento dati