La S.V. è invitata alla presentazione del volume

SIGFRIDO BARTOLINI
Monotipi 1948-2001
Catalogo generale

a cura di Elena Pontiggia
Edizioni Polistampa


Intervengono
FRANCO CARDINI, Storico 
CARLO FABRIZIO CARLI
Storico dell’arte
SILIANO SIMONCINI, Critico d’arte

Saranno presenti la Curatrice e l’Editore

Martedì 23 febbraio 2010 - ore 17.30
Gabinetto Scientifico Letterario G.P. Vieusseux
Piazza e Palazzo Strozzi, Firenze

Apprezzati da Soffici, che ne fu il primo estimatore, i monotipi di Sigfrido Bartolini (Pistoia 1932 - 2007) rappresentano un episodio vitalissimo e singolare dell’arte italiana, soprattutto degli anni ’40 e ’50. Si tratta, in sintesi, di dipinti a olio su vetro che ancora freschi sono impressi (in unica copia) su cartoncino umido. La loro studiata immediatezza, insieme colta e popolare, si riallaccia a quel primitivismo, ispirato all’arte strapaesana di tutti i tempi ma anche al Doganiere Rousseau, che in Italia ebbe proprio in Soffici il suo primo divulgatore. Bartolini ne rinnova le istanze in fogli di indimenticabile intensità, qui raccolti per la prima volta organicamente in un catalogo generale.
I lavori di Bartolini, scrive Elena Pontiggia, ci appaiono nel loro insieme come “il frutto di una raffinatezza popolaresca, di una tradizione che ha il sapore di una nascita, di una fedeltà al passato che non si traduce nel formalismo di rituali estinti, ma nell’immediatezza di cose vive. Per questo dalla loro felicità malinconica, e dalla loro facilità difficile, abbiamo ancora molto da imparare”.

Pubblicazioni correlate: