Presentazione del libro di poesie di

INNOCENZA SCERROTTA SAMÀ
Nel cerchio della rete
EDIZIONE POLISTAMPA

Introduce
GIULIANA PLASTINO, presidente del Club Amici delle Muse

Interventi di
GIOVANNA FOZZER e GIUSEPPE PANELLA 

Letture di
GIULIANA PLASTINO e PAOLO CELI

Nartedì 24 novembre 2009 - ore 17.00
Sala degli Specchi - Palazzo Borghese

Via Ghibellina 110, Firenze

Rispetto ad altre sue opere precedenti, l’interrogarsi sulla natura dell’uomo e della sua vita è qui risolto in metafore di forte spessore e la domanda non si limita a porsi come discrimine rispetto a ciò che non convince o spaurisce o angoscia ma si fa sostanza stessa della soluzione del problema stesso. Le domande restano tali ma le risposte possibili si moltiplicano e si diffondono nell’intero arco della prospettiva lirica che innescano e motivano. Ancora farfalle, dunque, ma in un contesto diverso da quello che le considera una pura forma soggetta al volere del Fato o un gioco in balia del Tempo. Nella poesia di Scerrotta Samà, invece, il destino non è fatto di elementi imperscrutabili o misteriosamente atteggiati in minacce non sempre comprensibili – è fatto delle interrelazioni profonde tra passato e futuro, delle intersezioni tra ciò che è accaduto oggi e ciò che potrà succedere in un momento ancora a venire e le cui conseguenze diventeranno palesi solo quando saranno rivelate nella loro dimensione più ampie” (Giuseppe Panella).

Pubblicazioni correlate: