Presentazione del libro di poesie di

GIANCARLO BIANCHI
Nel cuore dell’azzurro
EDIZIONE POLISTAMPA

Intervengono
ROSALBA DE FILIPPIS e VERA FRANCI RIGGIO

Intermezzi musicali di
ALESSANDRO RICCI al flauto 

Legge PAOLO SANTANGELO

Sarà presente l’Autore 

Giovedì 7 maggio 2009 - ore 16.00
Sala degli Specchi - Palazzo Vivarelli Colonna
c/o Assessorato alla Cultura di Firenze
via Ghibellina 30, Firenze

La poesia di Giancarlo Bianchi è mossa e commossa da uno slancio vitale rivolto al divino in una catarsi dove il tempo e l’eterno si fondono fino a identificarsi. Da qui un linguaggio che si svolge in una sorta di enivrement secondo un registro non precostruito, affidato esclusivamente al flusso semantico dell’illuminazione interiore. Ne deriva una ‘scrittura’ più espressiva che comunicativa in cui le tessere sintattiche sono sconvolte nella chiarezza di quella luce e, magari, un lettore abituato alla ‘fabula’ piana della narrazione poetica, si trova inizialmente impreparato alla tensione che conduce il tutto ad un vertice pulsante. Occorre dunque avvicinarsi a questa poesia come ad esercizio spirituale nel quale la sintesi finale consiste nel disvelamento di icone e dunque ad un’esperienza visivo-visionaria di natura alchemica. Ma ciò che vorrei sottolineare è il compiuto ossimoro per cui questa poesia mistica dà luce ad un fondamento etico e si può affermare, senza tema di errore, che la pietas qui presente in queste pagine si innerva su una radicale coscienza del tempo. Conclusivamente, la catarsi accennata all’inizio ha così una doppia valenza: mistica e civile insieme”, (Franco Manescalchi).

Pubblicazioni correlate: