Il cammino dell’arte
Ciclo di conferenze
in occasione della mostra
“Antonio Berti (1904-1990)”

L’APPARATO SCULTOREO
DEL CAMPANILE
DEL DUOMO DI FIRENZE


Interverrà
Bruno Santi
Storico d’arte
e consigliere dell’Opera del Duomo

Giovedì 14 aprile 2016, ore 17.30
Sala “Vincenzo Meucci”
della Biblioteca Comunale “Ernesto Ragionieri” di Doccia
Piazza della Biblioteca 4, Sesto Fiorentino

Bruno Santi illustrerà nei dettagli la decorazione in pannelli, losanghe, statue a figura intera del Campanile di Giotto che racconta una singolare idea compositiva affidata a queste tre tipologie di realizzazioni scolpite.
Il campanile - unico nel suo genere in Italia - annovera uno straordinario patrimonio consistente in 16 statue monumentali, 54 rilievi istoriati e una lunetta con la “Madonna e il Bambino”, oggi tutti esposti in originale nella Galleria “del Campanile” del rinnovato Museo dell’Opera del Duomo e sostituite in loco da copie per non inficiare l’unità visiva dell’arredo del monumento. Il fatto di ospitare la più ampia rappresentanza dei maggiori artefici in scultura creati a Firenze dalla metà del XIV alla metà del XV secolo, assicura al Campanile di Giotto una condizione di primaria importanza nella storia dell’arte italiana.
Lo storico d’arte racconterà quindi come è nata e si è sviluppata la collaborazione con Antonio Berti e spiegherà le tecniche di fusione delle opere d’arte.



L’APPARATO SCULTOREO DEL CAMPANILE DEL DUOMO DI FIRENZE

Pubblicazioni correlate: