Ronaldo Lancioni
Dirigente Scolastico dell’Istituto Tecnico Agrario di Firenze

è lieto di invitare la S.V. alla presentazione del volume di

Ines Romitti
L’identità dei giardini fiesolani di Pietro Porcinai
Il paesaggio come “immenso giardino”
EDIZIONI POLISTAMPA

Sabato 21 maggio, ore 17
Aula Magna dell’Istituto Tecnico Agrario Statale di Firenze
Via delle Cascine 11, Firenze

Interverranno
MASSIMO GREGORINI
Dirigente del Settore valorizzazione del Patrimonio Culturale della Regione Toscana
PAOLO BECATTINI
Assessore alla Cultura del Comune di Fiesole
LUIGI LATINI
Presidente dell’Associazione Pietro Porcinai
MARIELLA ZOPPI
Presidente del CLM in Architettura del Paesaggio

Sarà presente l’Autrice

Pietro Porcinai, uno tra i più grandi paesaggisti al mondo (1910-1986), fu legato fin dalla nascita all’immaginario di Fiesole. Egli descriveva quella scenografia come un “immenso giardino” cui ritrovare “tutti gli elementi riuniti in una superiore e diversa realtà di vita”. Questa ricerca sui suoi capolavori fiesolani costituisce un importante tassello nello studio della sua vasta e importante opera. La ricerca, svolta con l’intento di approfondire i legami dell’artista con le sue origini, parte dall’intuizione che le prime immagini, le atmosfere respirate e assimilate in gioventù, costituiscano le matrici e i riferimenti per tutti i suoi progetti successivi.
Pubblicato in occasione del centenario della nascita del paesaggista e in riconoscimento al ruolo unico che la sua opera ha giocato e tuttora gioca nell’ambito del design di giardini, il volume accoglie disegni, testimonianze, immagini vecchie e nuove dei progetti realizzati, affascinanti come opere d’arte. Operando una selezione in riferimento ai casi maggiormente documentati, conservati o leggibili nel loro impianto originario, rapportati al loro intorno, Ines Romitti fornisce con questo saggio nuova linfa alla estesa letteratura dedicata a Pietro Porcinai.

Related publications: